L’Under 19 provinciale del Football Club Frascati ha mosso la classifica al terzo tentativo: dopo i due k.o. di misura (e per 0-1) contro Magnitudo e Vis Casilina, il gruppo di mister Fausto Di Marco ha vinto nettamente (4-1) la sfida giocata contro il Città di Cave. A fare la parte del leone per il team tuscolano è stato il trequartista classe 2002 Luca Palmerio, autore della doppietta che ha “aperto” la sfida: “Abbiamo giocato una buona gara e già nel primo tempo l’avevamo chiaramente indirizzato, andando sul 3-0. Sono contento per la doppietta e anche per l’assist che El Din ha concretizzato sulla terza rete. Loro, invece, avevano colpito una traversa, ma di fatto erano stati pericolosi solo in quel frangente. Nella ripresa abbiamo arrotondato il risultato con un’autorete prima del gol della squadra ospite”. Un successo che può far bene all’Under 19 del Football Club Frascati: “Sicuramente la vittoria ci può dare autostima e fiducia. D’altronde questo è un gruppo composto da tanti ragazzi nati nel 2004 e quindi dopo le prime due sconfitte poteva crescere una certa insicurezza, anche se ce la siamo giocata sia con la Magnitudo che con la Vis Casilina. Questa è una squadra nata a settembre e quindi è normale che inizialmente possa avere delle difficoltà. Inoltre abbiamo dovuto fare i conti con qualche assenza importante e poi ci siamo trovati a giocare le prime partite casalinghe in campi diversi dall’Otto Settembre che tra l’altro è un terreno di gioco molto grande e particolare”.

La fiducia di Palmerio e compagni, comunque, non è calata: “Sono convinto che possiamo puntare in alto, almeno in una posizione tra le prime tre. La classifica attuale non rispecchia il valore della squadra e non siamo preoccupati del ritardo momentaneo dalle prime della classe. Ora saremo impegnati in trasferta col Don Bosco Genzano: cerchiamo di andare lì e fare bottino pieno. Anche un pareggio non sarebbe un risultato positivo visto che dobbiamo rincorrere”. Palmerio è al terzo anno di Football Club Frascati: “Ma l’anno scorso il campionato è stato cancellato e anche nella prima stagione tra un infortunio e una squalifica ho giocato pochissimo. Comunque mi trovo bene in questo ambiente e soprattutto con mister Di Marco che già mi ha allenato a Morena e Grottaferrata”.