A sei mesi dall’addio all’Atalanta, l’attaccante Gomez è tornato sui motivi della separazione con il club nerazzurro. Un divorzio causato da uno screzio con l’allenatore Gasperini, raccontato nel dettaglio dall’argentino: «Ho dovuto lasciare il club perché aspettavo delle scuse dall’allenatore che non sono mai arrivate – le sue parole a La Nacion – In Champions League contro il Midtjylland non avevo rispettato un’indicazione tattica. Ma Gasperini cercò di aggredirmi». Immediata la replica dell’allenatore: «Fu lui ad aggredire me e mancò di rispetto al club».