Domani a Montegiorgio andrà in scena la XXXII edizione del Palio dei Comuni, prova a batterie e finale che da sempre, insieme al Campionato Guidatori, incarna al meglio lo spirito dell’ippodromo del San Paolo e la passione del comprensorio marchigiano.

Quella 2020 è però un’edizione che risente della difficile situazione creata dal Covid, che ha reso impossibile la tradizionale compravendi e dall’usura del passare del tempo ippico. Impossibile trovare ventisette cavalli – nove per heat eliminatorio – che garantiscano omogeneità assoluta. Lo spettacolo di colori, componente primaria, risentirà dell’assenza in tribuna del pubblico, ma in questo anno tribolato è già molto continuare a dimostrare di aver la voglia di fare.

PRIMA BATTERIA – Deimos Racing ha vinto il Duomo qualche giorno fa a Firenze e si propone come uno dei principali candidati al successo assoluto. Chiaro che sia il netto punto di riferimento. Virginia Grif e Zefiro Gual i naturali runners up.

SECONDA BATTERIA – Chief Orlando non ha tenuto fede alle attese dal momento dell’acquisto e del trasferimento in Italia. Qui deve ribattere a Verdon Wf e Vanesia Ek, rappresentanti di una scuderia da seguire sempre con estrema attenzione.

TERZA BATTERIA – Il vero favorito per il successo finale del Palio dei Comuni 2020 è Arazi Boko che continua a fregarsene dell’età ed a tredici anni è vispo come non mai. Stepping Spaceboy, arroccato al suo interno in avvio, il contro-favorito. Vesna e Zlatan sperano in defaillances altrui.