Continuano i progressi dell’astista Elisa Molinarolo che al Palaindoor di Padova si migliora due volte nella stessa gara. La quasi 24enne veneta porta il record personale a 4,35, dopo aver superato 4,30 in precedenza, e adesso è la sesta italiana di sempre al coperto. In tutto la portacolori dell’Aristide Coin Venezia 1949, allenata da Marco Chiarello, riesce così ad aggiungere dieci centimetri al miglior risultato in carriera che era di 4,25 nella scorsa stagione a Trieste, dove vinse il titolo tricolore assoluto, e quindici rispetto al personale in sala, stabilito appena sei giorni fa nello stesso impianto. Nata a Soave in provincia di Verona, da quando aveva 12 anni vive però a Padova e ha svolto una lunga attività nella ginnastica, fino a conquistare nel 2009 il titolo nazionale junior del volteggio. Ma è un’atleta eclettica, che ha praticato anche il basket freestyle ed è stata allenatrice di pattinaggio su ghiaccio. Sulla pedana del peso il fiorentino Leonardo Fabbri (Aeronautica) vince la gara con 19,03, una settimana dopo l’exploit di 19,95 che gli è valso la migliore prestazione italiana under 23. Al femminile senza rivali l’azzurra Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) con un lancio da 17,16.

Nel meeting di salto con l’asta a Potsdam, in Germania, l’azzurro Claudio Stecchi chiude al quarto posto con 5,48. Una misura superata alla prima prova, come la precedente quota di ingresso a 5,28, ma poi arrivano tre errori a 5,58 per il 26enne fiorentino delle Fiamme Gialle, bronzo alle Universiadi nella scorsa stagione. Vittoria con 5,78 al polacco Piotr Lisek, campione europeo indoor in carica, nella manifestazione svolta all’interno del centro commerciale Stern-Center della città tedesca.