È iniziato il countdown per l’Acea Run Rome The Marathon di domenica 19 settembre, l’Alba Race Special Edition al via di primissima mattina, alle 6.45, come mai accaduto alla maratona di Roma. Gli organizzatori hanno svelato oggi il cast dei top runners: al via tanti atleti africani di buon livello, e nel complesso una decina di loro hanno un primato personale inferiore alle 2h10. Il nome di maggior richiamo è sicuramente l’eritreo Ghirmay Ghebreslassie, campione del mondo di maratona a Pechino nel 2015, vincitore della New York Marathon l’anno successivo e quarto classificato alle Olimpiadi di Rio 2016, mentre in aprile nella maratona dell’aeroporto di Siena Ampugnano, di assoluto livello mondiale, è arrivato decimo in 2h07:11, suo primato personale.

Tra i più accreditati al successo c’è l’etiope Berga Birhanu Bekele che nel febbraio 2019 a Siviglia è giunto terzo in 2h06:41. Ama gareggiare in Italia, ha vinto nel 2011 la Firenze Marathon ed è stato secondo nel 2012. È un ritorno per il keniano Mathew Kipsaat, quarto alla maratona di Roma nel 2017 in 2h09:19, e per l’altro etiope Werkuneh Seyoun Aboye, quinto in quella gara con 2h09:25, ma è atteso anche il keniano Emmanuel Naibei (2h08:27 PB). Tra gli italiani, pettorale n.1 per Giorgio Calcaterra (Calcaterra Sport), l’ultramaratoneta romano che ha corso decine di volte nei 42,195 km della Capitale e che domenica festeggerà la sua 250esima maratona in carriera.

Oltre a Calcaterra vi sarà Michele Palamini (Gruppo Alpinistico Vertovese), nel giorno del suo trentesimo compleanno. Al femminile, spicca il nome dell’etiope Tinbit Gidey Weldegebriel capace di correre la sua miglior maratona in 2h23:37 in occasione del suo terzo posto a Valencia nel 2018. La sfida potrebbe essere con la keniana Winfridah Moraa Moseti (Atletica 2005), nona alla Milano Marathon in maggio con 2h27:44.