K73/NADOC

Trascinata da uno straordinario Alberto Mineo, autore di un triplo e del fuoricampo della manifesta superiorità, con un bottino straordinario di 7 punti battuti a casa, l’Italia si sbarazza (14-3 al 7°), al “Passo Buole” di Torino, del Belgio e stacca, con una giornata d’anticipo, il pass per i quarti di finale. Gli azzurri, con dodici valide all’attivo, hanno mostrato una condizione in crescita e la mentalità giusta per le gare decisive. Prima delle due sensazionali battute del catcher goriziano del Parmaclima, i ragazzi di Mike Piazza hanno giocato un punto alla volta nelle prime tre frazioni, sfruttando a dovere ogni concessione, con ben tre volate di sacrificio.

Sorretti a dovere da Tiago Da Silva, che ha messo in base solo uno dei primi dieci battitori affrontati, la squadra italiana ha giocato senza fretta, trovando al momento giusto battute che hanno finito per fare la differenza.

K73/NADOC

Martedì ad Avigliana contro l’Austria, che s’è arresa solo al dodicesimo inning contro la Grecia, cercheranno la terza affermazione, che permetterebbe di affrontare giovedì la seconda del girone B (Spagna o Croazia, dopo l’eliminazione della Germania).

L’Italia, con appena un out sul tabellone del “Passo Buole”, passa in vantaggio al 1°: Verspreet mette in base per ball Leo Ferrini, il quale ruba la seconda, corre in terza sul’errore di tiro del catcher Axel Poesmans e segna su un balk ravvisato dagli arbitri. Il raddoppio, al secondo tentativo, parte dal gran doppio a sinistra di Ernesto Liberatore, che arriva in terza sul singolo interno di Celli e firma il 2-0 sulla volata di sacrificio di Mattia Mercuri. Il rilievo Tomasz Oberto concede agli azzurri il punto numero 3 al terzo turno: Ferrini spedisce una palla all’esterno sinistro, avanza in terza grazie alla hit di Pizzano e conclude il giro sulla volata di Friscia.

Un punto forzato sui quattro ball di Larrinaga a basi cariche e un triplo da tre punti di Alberto Mineo, che manda la secca battuta a spegnersi davanti all’esterno centro Poesmans, permettono alla nostra nazionale di volare sul 7-0 già al 4° inning.

K73/NADOC

Il Belgio, dopo aver messo in base un solo uomo (De Quint in apertura) nei primi dieci tentativi, si sveglia improvvisamente nella parte bassa del quarto turno: Tiago Da Silva concede tre punti con quattro valide (doppio di Axel Poesmans) e una base, prima di firmare il sesto kappa di giornata, l’ultimo prima di lasciare il posto nella ripresa successiva a Angelo Palumbo.

Gli azzurri tornano a mettere punti a referto al sesto inning: Ferrini tocca subito duro il neo entrato Ballardini e si ferma in seconda; l’interno campione d’Italia con San Marino ruba la terza e va a segnare l’8-3 sulla volata di sacrificio di Mineo. Per il catcher goriziano è il nono punto battuto a casa in due partite.

Uno doppio di Pizzano con le basi cariche, ha consentito all’Italia di andare sull’11-3 al 7°. Ballardini concede una base a Friscia e al primo lancio viene punito dal lunghissimo fuoricampo a sinistra di un Mineo in serata di grazia. Il “Passo Buole” s’infiamma e spinge l’Italia e Matteo Bocchi, il terzo lanciatore a salire sulla collinetta,  verso la chiusura prima del limite. Dopo due giorni di Piemonte 2021 la nostra nazionale è nel ristretto club delle imbattute, che comprende anche Olanda, Croazia e Israele.