Continuano i progressi di Giovanna Epis nella maratona. La veneziana dei Carabinieri firma il record personale in 2h29:10 a Rotterdam, dove si piazza al sesto posto, e si migliora ancora alla settima esperienza della carriera sui 42,195 chilometri. Una distanza che l’ha sempre vista crescere in tutte le gare disputate, fino al risultato di oggi con cui toglie più di mezzo minuto al 2h29:41 del febbraio 2018 a Siviglia. Nella scorsa estate aveva invece dovuto rinunciare agli Europei di Berlino per un problema fisico. Anche stavolta va a segno, con una prima parte più veloce passando in 1h13:52 alla mezza maratona. Ma per oltre metà corsa la trentenne veneta che vive a Legnano (Milano), allenata da Giorgio Rondelli, si trova senza avversarie di riferimento, calando soprattutto dal 30° km in avanti. Vittoria nella città olandese all’etiope Ashere Bekele in 2h22:55, mentre l’azzurra è la prima delle europee al traguardo.
“È stata la maratona più dura della mia vita soprattutto a livello mentale – commenta Giovanna Epis – e sono contenta per un nuovo progresso. Quando si corre a ritmo elevato, non è facile riuscire a mantenerlo da soli. Tutte le atlete che avrebbero potuto stare con me sono partite molto forte e poi hanno ceduto, in una mattinata di sole e piuttosto calda. Era da 14 mesi che non facevo una maratona, la rinuncia di Berlino per un virus intestinale aveva lasciato un peso sul piano emotivo. La preparazione comunque è andata benissimo ed ero consapevole di poter correre anche più forte, proseguendo sul passo che avevo alla mezza e quindi intorno a 2h28. Punterò a questo obiettivo nella prossima maratona”.

Dossena rientro ok
Ritorno agonistico per Sara Dossena. L’azzurra ha corso oggi alla mezza maratona di Madrid, chiusa in settima posizione con il tempo di 1h13:20 sui 21,097 chilometri della capitale spagnola. Era la prima uscita della 34enne lombarda un mese dopo l’exploit del 10 marzo alla maratona giapponese di Nagoya, in cui ha sfiorato il record nazionale con 2h24:00 per diventare la terza italiana di sempre. Su invito degli organizzatori, arrivato all’ultimo momento, la portacolori del Laguna Running ha deciso di presentarsi al via per svolgere un test in vista dei prossimi impegni.