La pista è la stessa. L’emozione azzurra è ancora viva. A Tokyo la velocità continua a parlare italiano grazie all’impresa delle sprinter Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Contrafatto, oro, argento e bronzo alle Paralimpiadi nei 100 metri T63. A congratularsi con il meraviglioso trio azzurro è il quartetto della staffetta 4×100 oro olimpico. “Ci tengo tantissimo a fare i più grandi complimenti alle nostre tre magiche ragazze Ambra, Martina e Monica – le parole del primo frazionista Lorenzo Patta – Avete fatto qualcosa di straordinario. Mi sono emozionato e mi è sembrato di rivivere la nostra gara alle Olimpiadi. Avete contribuito a rendere Tokyo ancora più azzurra”.

Dal Messico, gioisce anche Marcell Jacobs, bicampione olimpico dei 100 e della staffetta: “Non sono riuscito a vedere la gara in diretta perché sono dall’altra parte del mondo, ma quando ho aperto i social e visto il risultato mi ha portato a rivivere il ricordo di quel 1° agosto! Hanno fatto qualcosa di incredibile, sono il vero esempio di forza, dedizione e voglia di andare oltre le difficoltà che la vitaha riservato loro. Sono delle lottatrici nate, ognuna con storie diverse ma che hanno regalato ancora una volta all’Italia una gioia incredibile. Ora come ora, ognuno di noi dovrebbe guardare dentro di sé e trovare la propria strada, il proprio sogno, e crederci sempre fino alla fine. Perché come ho ripetuto più volte… se lo puoi sognare lo puoi anche fare! Tutto quello che sta accadendo all’Italia in quest’ultimo anno a livello sportivo deve spronare tutti a credere sempre in quello che fanno. Queste tre ragazze hanno fatto la storia e saranno un grandissimo esempio per tutti. Grazie ragazze!”

Direttamente da Chorzow (Polonia), dove domani gareggeranno sui 200 metri, arrivano le parole di Fausto Desalu e Filippo Tortu: “Siete state fenomenali! – dice Desalu – Complimenti per questo risultato storico e godetevi questo momento magico. Avete reso ancora una volta il Paese fiero di noi e messo in risalto l’atletica leggera”. Parla Tortu: “Quest’estate è davvero magica per l’atletica italiana e l’impresa delle nostre atlete alle Paralimpiadi è qualcosa di straordinario ed emozionante! Ancora di più conoscendole personalmente e apprezzando la loro storia sportiva. Complimenti ragazze, siete state davvero grandissime! Spero che questi grandi risultati siano uno stimolo per sempre più bambini e ragazzi ad avvicinarsi al nostro meraviglioso sport”.