La 6 Ore dell’Urcis è sempre un’emozione intensa sia per chi la corre ed anche per chi la organizza o la ammira da spettatore: quest’anno la Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini ha trovato ancora una volta le energie e le motivazioni per ben figurare nella tappa bresciana di chiusura dell’endurance tour.

Gianfranco Mariuzzo, Sergio Giuseppin e Benjamin Wayer sono stati i trionfatori nella gara assoluta per i team da tre elementi. 

Grandi prestazioni offerte da Caterina Ameglio (terza tra le donne master), Claudio Pellegrini (terzo tra i master 6), elisabetta Dani (quinta tra le donne master), Gianluca Piermattei (ottavo tra i master 5), buoni piazzamenti anche da Libero Ruggiero, Diego Salerni e Stefano Carnesecchi.

Al quinto posto si sono classificati Daniela Fedele e Aldo Olivieri nella prova riservata alle coppie lui&lei.

Per effetto dell’ultima prova di Orzinuovi, la classifica finale dell’Endurance Tour ha portato in dote cinque secondi posti per Libero Ruggiero, Gianluca Piermattei, Caterina Ameglio e Claudio Pellegrini tra i solitari e poi anche alla coppia Daniela Fedele-Aldo Olivieri nella fascia lui&lei.

Dalla Lombardia alla Sardegna per l’impegno dell’unico stradista del team Pierluigi Stefanini al Giro di Sardegna a tappe dove ha iniziato col botto la prima tappa ad Alghero (Mediofondo di Capo Caccia) ottenendo subito un’affermazione di categoria master 6 con relativa maglia di Campione Internazionale di Mediofondo ASI 2021.