Il fatto è noto, ebbe grande risonanza mediatica. Accadde a Ponte Milvio lo scorso 20 dicembre quando una troupe della trasmissione televisiva Rai “Storie italiane” intenta a effettuare riprese e interviste sulla contingenza pandemiologica venne aggredita da un gruppo di una decina di persone.

Per la violenza delle percosse ricevute, al cameraman della troupe vennero diagnosticati 15 giorni di prognosi. Le successive indagini condotte dai Carabinieri della Compagnia Trionfale e dagli agenti della Digos della Questura, coadiuvati dal Commissariato Prati, hanno consentito di identificare due degli aggressori, noti per essere esponenti della tifoseria ultras della Lazio.

Sulla base delle indagini che li inchioda alle loro responsabilità il GIP ha disposto nei loro confronti la custodia cautelare agli arresti domiciliari. I due sono stati arrestati nel primo mattino di oggi, mercoledì 13 gennaio.