Giorno di riposo per la nazionale italiana impegnata nel Campionato Europeo Under 19 maschile in corso di svolgimento in Ungheria e Slovacchia. Dopo le prime tre gare i ragazzi di Barbiero (2V e 5p) si trovano al terzo posto della Pool I, avendo ottenuto due vittorie (Bulgaria e Polonia) ed una sconfitta (Russia). Per qualificarsi alle semifinali 1°-4° posto decisive saranno le ultime gare del girone, nelle quali gli azzurrini affronteranno prima il Belgio (domani ore 20.30 diretta Laola1.tv qui) e giovedì l’Ungheria (ore 18).
Dopo il passo falso contro la Russia Lavia e compagni non dovranno quindi più commettere errori a partire dalla delicata sfida di domani contro il Belgio: avversario diretto e secondo nel girone con 2 successi e 6 punti. Tutto è ancora nelle mani dell’Italia che in caso di due successi avrebbe la certezza di accedere alle gare che nel weekend assegneranno le medaglie continentali a Gyor.
“Nel primo match contro la Bulgaria – le parole del centrale Lorenzo Cortesia – siamo scesi in campo un po’ contratti, però con il carattere siamo venuti fuori da una situazione non facile. Con la Polonia, invece, sin dall’inizio li abbiamo messi sotto disputando una gran gara. Non abbiamo fatto altrettanto bene con la Russia, merito anche della loro ottima prestazione. Questo, però, è il passato perché a partire da domani ci aspettano due partite cruciali che decideranno il nostro torneo. Contro il Belgio mi aspetto un match difficile, nel quale noi dovremo essere bravi ad aggredirli.”
“Dopo due prestazioni positive – l’analisi dello schiacciatore Davide Gardini – contro la Russia non abbiamo espresso un buon gioco, mentre i nostri avversari sono andati a mille. Adesso è tutto nelle nostre mani, sappiamo che con il Belgio sarà dura perché partite facili all’Europeo non esistono. Sono convinto che domani vedremo una squadra molto più grintosa, perché vogliamo assolutamente qualificarci alle semifinali.”
“La sconfitta con la Russia – spiega il libero Filippo Federici – non deve cancellare le cose buone fatte vedere contro Bulgaria e Polonia. Dobbiamo sicuramente crescere sia dal punto vista del gioco e dell’agonismo, ma sono convinto che nelle prossime due partite si vedrà un Italia migliore e più combattiva”.
Nella Pool II, che si sta disputando a Puchov (Slovacchia), al primo posto si trova la Repubblica Ceca (3V 8p), seguita da Turchia (2V 6p) e Francia (2V 5p).