Vigilia di ottavi di finale per gli azzurri che domani alle ore 16 (diretta tv Rai 3 e DAZN) affronteranno la Lettonia nella prima gara da dentro o fuori di questa rassegna continentale.
Quello di domani sarà un match inedito dato che Italia e Lettonia non si sono mai affrontate; i baltici, che hanno chiuso al quarto posto la pool D giocata a Tallin, infatti, sono alla loro seconda partecipazione nei Campionati Europei dopo la prima avvenuta nel lontano 1995 quando chiusero all’undicesimo posto. Hanno poi disputato quattro volte l’European League con il miglior risultato rappresentato dal quinto posto del 2019; nell’edizione 2021 si sono piazzati decimi. Al di là della caratura dell’avversaria di turno l’Italia è chiamata a disputare una gara attenta durante la quale sarà importante non concedere nulla.

A tal proposito ha parlato il Commissario Tecnico Ferdinando De Giorgi: “La squadra sta vivendo queste ore nella normalità più assoluta, per noi inizia una parte del torneo che finalizza il lavoro svolto nella fase preliminare, ma di base rimangono sempre gli stessi concetti; dobbiamo giocare delle partite di pallavolo cercando di farlo nel miglior modo possibile avendo massimo rispetto per i nostri avversari, ma guardando ai nostri meccanismi di gioco focalizzando la massima attenzione su ogni gara che andiamo ad affrontare”.

Il CT poi prosegue: “La nostra prima fase è stata senza dubbio interessante, abbiamo iniziato il torneo avendo avuto poco tempo a disposizione da trascorrere assieme anche in termini di partite. Abbiamo iniziato con grande voglia di fare, ma consapevoli di dover cercare miglioramenti nei meccanismi di gioco anche all’interno delle stesse partite. Da questo punto di vista i ragazzi hanno fatto il massimo in termini di impegno e quindi si sono verificate situazioni interessanti che ci potranno tornare utili in questa nuova fase che andiamo ad affrontare”.

Ancora De Giorgi: “Le idee che abbiamo allenato nel tempo che abbiamo avuto a disposizione credo si siano viste; abbiamo cercato di tenere a mente e di realizzare poche cose, ma chiare. I ragazzi in campo poi hanno fatto il resto dimostrando coesione, feeling, attaccamento alla maglia e voglia di venire fuori dai momenti di difficoltà che ci sono stati e che ci permetteranno di fare dei passi in avanti nel nostro percorso di crescita”.

La conclusione è naturalmente sugli avversari: “Domani mi aspetto di fare la nostra partita, semplicemente. La Lettonia è una di quelle squadre che in rosa non ha grandi nomi, ma che è coesa e gioca la sua pallavolo, per noi sarà importante entrare nei nostri ritmi e meccanismi di gioco, pensando molto allo sviluppo della manovra”.