Ha preso il via da Villasimius, con la prima frazione del circuito internazionale Melges 20 World League, la stagione agonistica 2019 di Brontolo Racing dell’armatore Filippo Pacinotti.

Dopo la vittoria nel circuito conquistata lo scorso anno e il secondo posto nel Campionato del Mondo di Cagliari, Pacinotti ha scelto di confermare l’equipaggio del 2018, avvalendosi però di una giovanissima new-entry. Al tattico Manuel Weiller e al trimmer Federico Michetti si è aggiunto infatti Andrea Pacinotti, 12 anni, alla prima esperienza in qualità di prodiere dopo una giovane carriera a bordo del windsurf, con il quale porta i colori della SEF Stamura di Ancona.

La tre giorni di regate di Villasimius è stata caratterizzata da condizioni di vento e mare progressivamente sempre più intense, che hanno messo a dura prova le capacità di boat-handling degli equipaggi. Brontolo Racing ha dimostrato di saper ben gestire il vento forte, con raffiche fino a 25 nodi, e l’onda formata del weekend, con tutti piazzamenti entro la top ten, fatta eccezione per una squalifica per partenza anticipata poi scartata come peggior risultato della serie.

Con un totale netto di 25 punti, l’equipaggio di Pacinotti è riuscito a salire sul terzo gradino del podio, staccato di nove lunghezze da Boogie di Pierluigi Giannattasio, con l’equipaggio più giovane della flotta, e di quattordici dai vincitori della frazione inaugurale delle Melges 20 World League, i Russi a bordo di Russian Bogatyrs, guidati da Igor Rytov.

Dopo l’evento di Villasimius, Filippo Pacinotti e il suo Brontolo Sailing Team saranno impegnati in una regata nelle acque di casa, ad Ancona, per una tappa del circuito J/70 (9-11 maggio, Marina Dorica), per poi far ritorno a bordo del Melges 20 a fine maggio a Puntaldia.

A Villasimius, a bordo di Brontolo hanno regatato Filippo Pacinotti, Manuel Weiller, Federico Michetti e Andrea Pacinotti.