Si conclude con un sesto posto la prima esperienza di Paolo Cordiglia e della sua Frida Racing a bordo del 69F ma, come anticipato sin dalla nascita del progetto (e della neonata!), le aspettative dell’equipaggio andavano ben oltre il risultato agonistico della singola manifestazione, e così è stato.

Dopo la settimana di allenamenti e regate presso la Fraglia Vela Malcesine, infatti, Paolo Cordiglia, per tutti Gizzu, ripercorre i momenti che hanno portato alla nascita di Frida Racing e volge lo sguardo al futuro: “Il progetto é nato mesi fa per propiziare la nascita di una bambina – abbiamo già due maschietti e quindi, questa volta, fino all’ultimo abbiamo preferito non sapere il sesso – e direi che l’obbiettivo é stato raggiunto pienamente. Visto che in questi giorni si è parlato tanto di Frida Racing, a questo punto sicuramente ci sarà un futuro, a breve sveleremo quale. Ringrazio Lauro e Ruba (Marco Laurino e Francesco Rubagotti, n.d.r.), i miei compagni di avventura, ringrazio l’organizzazione della 69F Cup che ha creato questo evento, tutto il team aziendale di Favorita che é rimasto al lavoro mentre io ero a divertirmi, e soprattutto Laura Conterno, la mia compagna, che è rimasta a casa a fare la mamma full time! Da oggi in poi, per il resto della 69F Cup Frida Racing tifa per Flying Nikka 47 con Roberto Lacorte, Lorenzo Bressani ed Enrico Zennaro: meritano il meglio per la loro sportività e simpatia!”.

Il sipario sulle attività di Frida Racing non si chiude quindi qui: presto, l’equipaggio tornerà a navigare. Tra le ipotesi, una nuova tappa in 69F, ma è nell’aria anche l’idea di un diverso circuito di regate, su un altro, divertente monotipo, molto in voga al momento. Per rimanere aggiornati sull’attività di Frida Racing è possibile seguire la pagina Facebook Frida Racing.