Matteo Grattarola in azione a Piazzatorre

Due giornate di gara dall’elevato tasso tecnico a suggellare un fine settimana da incorniciare vissuto in Alta Val Brembana. Al Comune di Piazzatorre (BG) è andato in scena tra sabato 26 e domenica 27 settembre il secondo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Trial 2020, in questa circostanza sperimentando per la prima volta il Format B (“Hard Trial”) con due gare nei due giorni per le classi TR1, TR2, TR3 e TR3 125. Una première che non ha tradito le attese, garantendo una competizione di prim’ordine con i migliori trialisti impegnati in un percorso di gara sapientemente studiato con competenza e professionalità dal Moto Club Bergamo e dal Team T.Z. Trial. I verdetti sportivi hanno accertato nuovamente nella top class TR1-Internazionale il primato di Matteo Grattarola, vincitore di entrambe le giornate e sempre più capo-classifica di campionato.

La giornata del sabato ha sancito il debutto stagionale del cosiddetto “Format B” riservando i primi verdetti del fine settimana con i piloti élite impegnati in 10 zone tecniche ed impegnative da ripetere per due giri. Nella graduatoria TR1-Internazionale la gara del sabato ha prodotto una nuova affermazione di Matteo Grattarola, presentatosi a Piazzatorre da capo-classifica dell’Italiano Trial e del Mondiale Trial2. Il portacolori Beta Factory ha messo a segno la seconda vittoria stagionale nella serie tricolore con 12 penalità complessive, nessuna delle quali a referto al secondo giro. A completare l’1-2 Beta ci ha pensato Luca Petrella, secondo a precedere l’ex Campione Europeo Gianluca Tornour (Team TRRS Italia). Sfuma per 1 sola penalità il primo podio stagionale del giovane Lorenzo Gandola (Vertigo) con Andrea Riva (Team TRRS Italia), Sergio Piardi (Beta) e Stefano Bertolotti (Sherco) a seguire.
Nella TR2 si è registrato il bis di Carlo Alberto Rabino (Beta Rabino Sport) in grado di ripetere l’affermazione di Lazzate, in questa circostanza davanti ad Andrea Gabutti (Team TRRS Italia), secondo per una doppietta firmata Pata Talenti Azzurri FMI con Manuel Copetti (Team TRRS Italia) classificatosi terzo. La gara TR3 del sabato ha proiettato Sergio Pesenti (Beta) in trionfo con Daniele Tosini (TRRS) e Luca Poncia (Beta) rispettivamente secondo e terzo, mentre la TR3 125 riservata ai giovani da 14 a 21 anni di età ha visto Cristian Bassi (Beta) avere la meglio nei confronti di Mirko Pedretti (Beta) e Luca Craighero (GasGas).

L’intensa giornata di attività di domenica 27 settembre ha visto nella mattinata impegnati i piloti TR3 Open, TR4, E-Trial, Femminile e di tutte le classi MiniTrial, lasciando spazio dalle 13:00 ai piloti élite alla loro seconda gara del weekend. Partendo dalla TR1-Internazionale, sullo slancio della vittoria del sabato Matteo Grattarola (Beta) ha concesso il bis, inanellando la terza vittoria in tre gare stagionali. Il pluri-Campione italiano Trial Outdoor e Indoor anche in questa circostanza ha avuto la meglio rispetto al compagno di marca Luca Petrella (Beta) e Gianluca Tournour (TRRS), lasciando Piazzatorre a punteggio pieno al comando della classifica di campionato. Quarto posto per Andrea Riva (TRRS) con Lorenzo Gandola (Vertigo) quinto, a seguire Sergio Piardi (Beta) e Stefano Bertolotti (Sherco). Tre-su-tre anche nella TR2 con Carlo Alberto Rabino (Beta Rabino Sport) che ha celebrato una nuova vittoria sempre seguito da Andrea Gabutti (Team TRRS Italia) con Pietro Petrangeli (Beta) terzo in questa occasione. La cosiddetta “regola degli zeri” ha invece assegnato la vittoria nella TR3 a Gabriele Saleri (Beta), in trionfo con lo stesso numero di penalità (11) di Sergio Pesenti (Beta), 1 in meno nei confronti di Alessandro Nucifora (Jotagas) che ha completato il podio. Nella TR3 125 è stato nuovamente Cristian Bassi (Beta) ad aggiudicarsi la vittoria regolando Luca Craighero (GasGas) e Gabriele Agostinis (Vertigo).

Per quanto concerne le gare disputatesi nella mattinata, Stefano Donchi (Beta) per 1 sola penalità rispetto a Maurizio Pesenti (Beta) ha conquistato la vittoria nella TR3 Open con Marco Andreoli (Montesa) classificatosi terzo. Emanuele Gilardini (Montesa) si è invece imposto nella TR4 con 1 solo appoggio nei due giri di gara con il podio completato da Paolo Ruffoni (Beta) e Roberto Prina (Beta). La E-Trial, classe espressamente riservata alle moto elettriche, ha riaffermato la supremazia di Edoardo Verdari, con la Electric Motion del Future Trial Team vincitore davanti a Gian Paolo Concina (GasGas) e Francesco Vignola (Electric Motion).
Nel weekend di Piazzatorre la graduatoria Femminile ha garantito molteplici tematiche d’interesse a cominciare dall’affermazione di Martina Gallieni (Team TRRS Italia). La giovane trialista valdostana, reduce dal podio nel Mondiale Trial2 Women conseguito sabato scorso a Sant Julià, ha messo a segno una brillante vittoria a precedere la pluri-Campionessa italiana Sara Trentini (Montesa S2 Motorsport) e la quattordicenne Andrea Sofia Rabino (Beta Rabino Sport), vittoriosa a Lazzate, terza in gara e nella top-3 di campionato della FIM Women’s Trial2 World Cup 2020.

Sempre a Piazzatorre si è disputato il secondo appuntamento stagionale del Campionato Italiano MiniTrial riservato ai giovanissimi di almeno 8 anni d’età. Complessivamente sono stati 30 i talenti al via a cominciare dalla MiniTrial A dove il Talento Azzurro e atleta delle Fiamme Oro Mirko Pedretti, nel medesimo weekend impegnato anche nella TR3 125, al secondo hurrà dopo Lazzate a precedere Chrystian Svanella (GasGas) e Thomas Bisaccia (Beta). La MiniTrial B ha visto un avvincente confronto-a-tre per la vittoria con il successo di Matteo Cella (Beta) per 1 sola penalità rispetto a Leonardo Alietti (Beta) e 3 nei confronti di Marco Turco (Vertigo). In un percorso a loro completamente dedicato si sono confrontati invece i giovanissimi delle altre graduatorie al via con la MiniTrial C che ha garantito la vittoria a Edio Poncia (Beta) con Etienne Giacuzzo (TRRS) e Aylen Scalvedi (Beta) a completare la top-3. Nella MiniTrial Open primato di Lapo Farolfi (GasGas) seguito da Tommy Stefani (Beta) e Federico Bonfanti (Beta) con Giulietta Treu (GasGas) vincitrice della graduatoria Femminile-B.