lutto nazionale
lutto nazionale

E’ stata proclamata per domani una giornata di lutto nazionale. Bandiere a mezz’asta sugli edifici pubblici dell’intero territorio italiano per le vittime del terremoto.

Sempre domani, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella visiterà le zone colpite dal terremoto, tra queste Amatrice. Poi si recherà ad Ascoli Piceno dove si terranno i funerali delle vittime marchigiane. Presente anche il premier Matteo Renzi. Le esequie saranno celebrate alle 11,30 dal vescovo Giovanni d’Ercole.

La Protezione civile stamattina ha aggiornato il tragico bilancio delle vittime: sono 278. Di questi 218 hanno perso la vita ad Amatrice, 49 ad Arquata e 11 ad Accumoli. È di 238 il totale delle persone estratte vive dalle macerie fino a ieri: ai 215 salvati dai Vigili del Fuoco, si devono infatti aggiungere 23 tratti in salvo dal Soccorso Alpino. I feriti passati per gli ospedali di Lazio, Umbria e Marche sono 387, ma si sta verificando quanti ancora siano ospedalizzati.