Head
Head

Murray è pronto per la sfida di fine stagione con Novak Djokovic, in una battaglia tutta Head, grazie alla conquista del suo quinto titolo del 2016 contro Grigor Dimitrov, 6-4, 7-6, al China Open di Pechino. E’ la prima volta dal 2011 che il due volte vincitore di Wimbledon si aggiudica cinque tornei in un anno diventando così il sedicesimo giocatore ad aver raggiunto questo traguardo. Murray, che promuove la racchetta Head Graphene XT Radical, ha concluso la settimana vincendo la sessantesima partita della stagione e conquistando il quarantesimo trofeo della carriera.

Lo scozzese si trova molto vicino al numero 1 del mondo Novak Djokovic che adesso deve lottare contro il compagno e ribelle fino alla fine della stagione. I 500 punti che Murray ha guadagnato grazie alla vittoria in Cina l’hanno portato ad avere 1,555 punti di distacco da lui. Murray cercherà di colmare il divario con prossimi tornei tra cui il Master di Shanghai, Vienna e il Master di Parigi Bercy prima delle finali di Londra, in programma il prossimo mese.

“E’ stato il miglior match di tutta la settimana. Nonostante il clima piuttosto freddo sono riuscito a servire oltre i 160 chilometri su alcune seconde di servizio. Ho provato a variare molto sul servizio per non dargli la possibilità di attaccarmi ed è stata la scelta migliore”.

Il giocatore scozzese ha controllato gran parte della partita ma ha lottato per sconfiggere Dimitrov. Al servizio per il match sul punteggio di 6-4, 5-4, Murray è stato costretto a giocare il tiebreak nel secondo set, vincendo il primo dei quattro match points a disposizione. Murray si porta otto vittorie su 3 contro il giocatore Bulgaro che ha sconfitto tre volte nell’arco di questa stagione.