Cagliari capitale della scherma per tre giorni: dall’ 1 al 3 febbraio i campionati del Mediterraneo. La decisione ufficiale è arrivata nel fine settimana a Montecarlo con la seduta del Comitato esecutivo della Confederazione del Mediterraneo. I rappresentanti eletti dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, hanno infatti accolto favorevolmente la candidatura giunta dal capoluogo sardo a ospitare la kermesse che vedrà protagonisti gli atleti under 17 ed under 20.

La rassegna porterà in città atleti provenienti dai 20 Paesi affiliati alla Confederazione, ma l’invito potrebbe essere esteso ad altri atleti. In totale circa 300 giovani schermidori: le gare si disputeranno al PalaPirastu e negli impianti Coni di Monte Mixi. “C’è stata un unanime consenso nei confronti della candidatura di Cagliari – spiega Vincenzo De Bartolomeo, componente italiano del Comitato Esecutivo della Confederazione del Mediterraneo -. L’Italia tornerà ad ospitare un’edizione dei Campionati del Mediterraneo dopo quelli di Chiavari del 2014 e che sono rimasti ancora nei ricordi dei vari delegati. La scherma italiana, così, torna a rivestire quel ruolo baricentrico nell’ambito del Mediterraneo, non solo a livello geografico ma anche in seno alla Confederazione”.

Grande soddisfazione è stata espressa anche dal delegato regionale Fis Gianmarco Tavolacci: “Siamo contenti per questa scelta che fa di Cagliari il luogo d’incontro e di scambio di tutta la gioventù del Mediterraneo per una tre giorni all’insegna dell’amicizia e dello sport. Voglio ringraziare il presidente Scarso e la Confederazione del Mediterraneo per la fiducia che ci hanno accordato in questa nuova sfida che coinvolge non solo Cagliari ma tutta la Sardegna”.