Manca poco ormai all’apertura del sipario sull’edizione numero trentasei del Rally Bellunese, uno degli eventi più amati in Triveneto.

Una classica che, anche quest’anno, avrà il compito di dare il via ufficiale a numerose serie tricolori ed alle quali Renzo Rampazzo punta ad inserirsi nella rosa dei pretendenti al titolo.

Il prossimo fine settimana infatti il pilota di Montegrotto Terme accenderà il mirino su tre obiettivi primari, fulcro della stagione agonistica 2021, a partire dalla Coppa Rally ACI Sport.

Affrontando la zona quattro il portacolori della scuderia La Superba sarà impegnato anche nella concomitante Michelin Zone Rally Cup e nel R Italian Trophy, affiancato da Michael Guglielmi.

Il calendario 2021 vedrà quindi il patavino al via, oltre del già citato Bellunese nel weekend, anche del Rally Valli della Carnia a fine Luglio, del Rally Città di Scorzè ad inizio Agosto, del Rally del Friuli a fine Agosto e del Dolomiti Rally ad inizio Ottobre, puntando dritto alla finale.

“Siamo al via di una nuova stagione agonistica” – racconta Rampazzo – “e, in linea di massima, abbiamo confermato il programma che abbiamo portato avanti nelle ultime stagioni, tra alterne fortune. Le gare che andremo ad affrontare sono, più o meno, le stesse delle ultime stagioni quindi abbiamo una buona conoscenza di quello che ci troveremo davanti. Speriamo di avere un po’ di più fortuna degli ultimi due anni, partiti bene ma poi terminati con troppe sfortune.”

Rinfrancato da un Adria Rally Show dominato in lungo ed in largo, tra le vetture di R3C, il pilota della Renault Clio R3, seguita sul campo da Baldon Rally, ripartirà da quel Bellunese che, qualche anno fa, lo vide salire sul secondo gradino del podio di classe, aperitivo di quella che fu un’annata indimenticabile, conclusa con quattro risultati utili su sei partecipazioni.

“Lavoro dodici ore al giorno” – sottolinea Rampazzo – “quindi posso dire di essere allenato. A parte le battute mi sento molto preparato per questo inizio di stagione. Il feeling con Michael, in abitacolo, è ottimo e cresce continuamente mentre, sul piano tecnico, il supporto di Baldon Rally è per me una garanzia di tranquillità. Vogliamo partire bene e finire altrettanto bene.”

Una sola giornata di gara prevista, quella di Domenica 23 Maggio, e sette prove speciali da affrontare, iniziando con il primo passaggio su “Lentiai” (7,20 km) e “Cesio” (6,80 km).

Dopo il primo riordino, seguito dalla service area, si tornerà a ripetere le prime due, aggiungendo la lunga “Melere” (13,69 km), crono che anticiperà l’ultima tornata costituita dal ritorno sullo stesso e che sarà inframezzato dalla ripetizione della prova di apertura, la “Lentiai”.

“Il 2021 è partito bene” – conclude Rampazzo – “ma ad Adria era soltanto una gara test, giusto per allenarsi, mentre qui si inizia a fare sul serio ed ogni punto conterà per la lotta, nei vari campionati che seguiremo. Siamo pronti e determinati. Vogliamo fare bene, già dal Bellunese.”