Un mondo libero dalla plastica è possibile. E sono possibili – basta solo un piccolo sforzo – comportamenti responsabili per tutelare l’ambiente in cui viviamo e in cui pratichiamo sport. Nel suo piccolo, il Circolo Canottieri Roma ne è da tempo convinto ed è per questo che ha raccolto entusiasticamente la proposta giunta dal direttore tecnico del Canottaggio, Bruno Mascarenhas, da sempre attento a queste tematiche.

Il club giallorosso inizierà presto a distribuire borracce in alluminio riutilizzabili agli iscritti ai corsi di canottaggio. Un piccolo ma tangibile e speriamo gradito segnale per sensibilizzare soprattutto i più giovani, abbandonando l’idea della plastica. Oltre che un accessorio utilissimo per il ristoro dopo gli sforzi compiuti in acqua.

Il Circolo Canottieri Roma si conferma così in prima linea nella salvaguardia dell’ambiente. Sensibilizzando le amministrazioni locali sullo stato del Tevere, per esempio, o aderendo alle tante iniziative pensate per correre in aiuto dell’ecosistema del fiume dei romani. Resta aperto il dialogo con il Museo del Tevere, nel cui Consiglio troviamo i soci Enrico Tonali e Stefano Brusadelli, vicepresidente del Circolo fino al giugno scorso; oppure con il “Tevere Day”, manifestazione creata e diretta dal socio Alberto Acciari.

E presto saranno annunciate anche nuove iniziative all’insegna della tutela del fiume. Attività seguite con interesse anche da chi, proprio grazie al Canottieri Roma, in questa oasi della Capitale pratica sport a pochi passi dal traffico: ce lo dicono le frequenti segnalazioni che giungono sui nostri canali social circa situazioni di incuria e trascuratezza sulle sponde del “Biondo”. Raccogliendo questo grido d’allarme, e anche grazie al sostegno della tecnologia, il club studierà nel futuro prossimo nuove soluzioni, per continuare a offrire la pratica sportiva nel pieno rispetto dell’ambiente.

Partiamo dunque da una borraccia per cominciare una nuova fase, ancora più responsabile e virtuosa. Perché è possibile, perché è nostro dovere di cittadini e di sportivi.