Mille Miglia
Mille Miglia

Mille Miglia, edizione numero 34: il via della prima tappa è fissato alle 14 e 30 di oggi, giovedì 19 maggio, mentre la sfilata conclusiva è in programma alla stessa ora di domenica 22 maggio. Vi partecipano collezionisti sconosciuti o personalità celebri, spesso al volante di preziosissime automobili messe a disposizione dalle case. La gara parte da Brescia e proseguirà a Desenzano del Garda, Sirmione, Peschiera e, dopo il passaggio nel Parco Giardino Sigurtà di Valeggio sul Mincio, Ferrara e Ravenna per raggiungere il fine tappa a Rimini alle 21.30. La seconda tappa partirà venerdì alle 8.15 da Rimini in direzione di San Marino e da lì proseguirà per Senigallia, Loreto, Recanati, con pausa a Macerata. La carovana si rimetterà poi in moto passando da Civitanova Marche, Fermo, San Benedetto del Tronto, Acquasanta e Rieti, prima di arrivare al Roma alle 21.10, per la grande sfilata di via Veneto. Sabato 16 gli equipaggi lasceranno la capitale molto presto, alle 6.30, per tornare verso nord passando da Viterbo, Radicofani, Buonconvento, Siena e Poggibonsi. Poi la carovana proseguirà per Firenze, con il controllo in piazza Michelangelo, e Bologna attraversando i passi della Futa e della Raticosa, che quest’anno tornano protagonisti dopo la deviazione del 2015 sull’Abetone. Il tratto emiliano proseguirà con Modena, Reggio e Parma, punto d’arrivo a partire dalle 20.45. Domenica 22 ci sarà l’ultima fatica per i concorrenti: partenza da Parma alle 7 per Colorno, Cremona, Lodi e Monza percorrendo anche le curve dell’autodromo lombardo, dalle 10.20. Si proseguirà poi verso Bergamo, la Franciacorta e Gussago per la pausa pranzo alle 13.15. Ultimo passaggio in vista di Brescia, con l’arrivo a partire dalle ore 14.20 in viale Venezia come accade fin dal lontano 1927. In totale, 1.703 chilometri con 15 controlli orari, 76 prove cronometrate e 8 di media e 19 controlli a timbro. A fronte delle iscrizioni pervenute da quaranta nazioni (in rappresentanza di tutti e cinque i continenti), l’Italia che continua a essere il Paese maggiormente rappresentato con 269 partenti. In crescita le rappresentanze dalla Germania con 98 persone, Olanda con 68, Regno Unitocon 61, Stati Uniti con 50, Svizzera con 35, Belgio con 30 e Argentina con 17.