Quattro donne, una valigia e tanta curiosità. “Se parlo di sesso” è il documentario realizzato sulla sessualità femminile, i suoi tabù, i suoi orizzonti, nell’Italia di oggi attraverso i volti, le vite e i racconti di quattro consulenti de La Valigia Rossa. Documentario realizzato dal regista Silvio Montanaro, reduce dal successo di Professione Remotti, compagno di vita della nostra Francesca D’Onofrio, autrice del libro e del blog “In viaggio con la valigia rossa”.

Domani, martedì 14 febbraio (San Valentino), sarà visibile online l’omonimo sito (www.separlodisesso.it), accendendo così i riflettori su un pezzo invisibile del Paese: la sessualità femminile, l’empowerment delle donne, fuori dagli schemi medico-scientifici, oltre il ghetto nel quale troppo spesso è confinata, in una dimensione nuova, da donna a donna.
«Non è stato facile, per noi, decidere di accettare la proposta di partecipare alla creazione di questo documentario. Abbiamo toccato e tocchiamo costantemente con mano quanto sia difficile affrontare l’argomento senza volgarità e senza superficialità, mettendo invece in risalto quanto di profondo in esso ci sia e quanto è importante per ogni essere umano vivere una sessualità serena e cosciente – afferma Cristina Luzzi, direttrice de La Valigia Rossa – Ma dopo aver conosciuto Silvio è stato subito evidente che il taglio che aveva intenzione di dare “era nelle nostre corde”. Fotografare una società senza mettere il velo, osservare e sorridere, rispettare e mettere in evidenza. La cosa più bella? I silenzi, le immagini e la musica, che trasmettono tanto quanto e forse più delle parole».
Errica, da Lecce, Chiara, da Modena, Letizia da Roma, e Silvia da Milano si raccontano insieme con il percorso, processo, che le ha portate a diventare consulenti de La Valigia Rossa. Un viaggio interiore, difficile, in cui il primo passo è stato accettare se stesse nel mondo, perché come affermava Anais Nin: «Andare sulla luna, non è poi così lontano. Il viaggio più lontano è quello all’interno di noi stessi» e come aggiungiamo sempre meglio se con La Valigia Rossa al proprio fianco.
Ciò che emerge dal documentario è la carica etica e pedagogica dell’attività de La Valigia Rossa, oltre i sex toys che troppo spesso rappresentano il dito di chi non sa guardare la Luna. C’è il vissuto di oltre 300.000 riunioni che le 130 consulenti hanno realizzato in questi anni di attività, il confronto continuo tra donne sulla sessualità e la sua quotidiana scoperta e meraviglia. Dal piacere alle malattie sessualmente trasmissibili la gamma di argomenti è vasta quanto la psiche femminile.
La vita sessuale è una parte fondamentale nell’equilibrio psicofisico delle persone, troppo spesso ridotto a macchietta, snobbato, sottovalutato, insieme con la sessualità femminile, la cui affermazione per alcuni mette a repentaglio il castello sociale costruito sino a oggi. Tutto questo e molto di più è raccontato, attraverso le consulenti de La Valigia Rossa, nel documentario «Se parlo di sesso», perché, come diceva Plutarco: «La mente non è un vaso da riempire, ma un fuoco da accendere»