Calcaterra durante un time out
Calcaterra durante un time out

Dopo le quattro vittorie interne, i 12 punti maturati e una posizione in classifica di tutto riguardo, a ridosso della zona playoff, è giunto il momento di vincere anche lontano dalle mura amiche di Monterotondo. La Roma Vis Nova è chiamata in questa ottava giornata del girone d’andata a una prova di grande concretezza in un campo non facile come quello di Crotone. I leoni viaggiano con il vento in poppa dal punto di vista mentale e fisico, vengono da due vittorie ottenute con Arechi e Pescara, sono in una situazione molto favorevole, ma guai a sottovalutare l’impegno esterno. Infatti la squadra calabrese, dopo aver perso le cinque partite iniziali, ha dato una svolta alla propria classifica, battendo infatti prima la Roma 2007 in casa e poi prendendo i tre punti sul campo dell’Arechi. Insomma una formazione in risalita, che sta prendendo confidenza con la categoria, visto che si tratta di una matricola. Sarà una gara particolare anche con un orario insolito (inizio ore 13.00), attenzione ai loro uomini migliori come Amaurys Perez e Markoch, finalizzatore micidiale. “Finora abbiamo incontrato delle ottime squadre in trasferta che mirano alla promozione, ovvero Palermo, Latina, contro la Roma 2007 eravamo molto rimaneggiati. Possiamo dire la nostra anche in trasferta, la gara di sabato sarà un bel banco di prova per invertire la tendenza. Ho fiducia nei ragazzi, sarà una partita difficile, ma alla nostra portata”, ha detto il coach Alessandro Calcaterra.