Nfl
St. Louis Rams trasloca a Los Angeles

Relocation. Rilocazione. Un termine sportivamente sconosciuto da questa parte dell’Atlantico, ma qualcosa di usuale nello sport nordamericano. La Nfl ha stabilito, attraverso l’assemblea dei proprietari che ha deliberato con 30 voti a favore e solo 2 contro, di concedere la possibilità ai St. Louis Rams di traslocare a Los Angeles.
Non accadeva dal 1997, quando gli Houston Oilers si trasferirono prima a Memphis e poi a Nashville diventando i Tennessee Titans.

E non sarà l’unico trasloco in atto, perché insieme ai Rams si potrebbero spostare anche i San Diego Chargers, pure loro a Los Angeles, che così a distanza di ventuno anni esatti potrebbe ritrovarsi di nuovo con due squadre in città. Ai Chargers è stato infatti concesso un diritto di opzione di un anno durante il quale potranno decidere se trasferirsi. Ed in attesa c’è anche un’altra storica franchigia in attesa di verdetto, gli Oakland Raiders. Pure loro ambivano a tornare a Los Angeles, ma Martedì scorso hanno ritirato la candidatura e lavoreranno insieme alla lega per trovare insieme una soluzione per un nuovo stadio, sempre ad Oakland o dintorni. Ma nel caso i Chargers decidessero di non esercitare l’opzione entro un anno, i Raiders potrebbero riaprire il discorso e farsi nuovamente sotto per tornare in un mercato che è secondo solo a New York. La franchigia di San Diego è in trattativa con la propria contea, che a giugno dovrà deliberare una risoluzione per assegnare 350milioni di dollari pubblici per costruire il nuovo impianto che sostituirà il Qualcomm Stadium, forse sarà il momento atteso dalla proprietà dei Chargers per esercitare l’opzione.

Il Commissioner della NFL, Roger Goodell, durante la conferenza stampa di Martedì sera ha annunciato che la lega metterebbe a disposizione dei Chargers e dei Raiders una cifra di 100 milioni di dollari se i due club decidessero di restare nelle loro rispettive città.

Una vittoria certa per Los Angeles, ma una sconfitta per St. Louis, che per la seconda volta nella storia vede una squadra andarsene dalla città. Accadde nel 1988, quando i Cardinals traslocarono a Phoenix. Ovviamente seccato il commento del Sindaco di St. Louis, Francis Slay, che si è detto dispiaciuto per la fedeltà dei tifosi che in tutti questi anni hanno sostenuto i Rams anche e soprattutto negli anni bui. I Rams arrivarono nel 1995 proprio da Los Angeles, dopo 48 anni passati nella città californiana.

Il Commissioner Goodell ha chiuso affermando che la rilocazione è sempre un passaggio traumatico per tutti. Per i tifosi, per le squadre, per le comunità e per la lega in generale. Non resta che aspettare la posa della prima pietra del nuovo stadio a Carson, poco fuori Los Angeles.

Giuseppe Vasapollo