Gabriele Casella
Gabriele Casella

Un’altra impresa per Gabriele Casella, che ha sfidato e sconfitto il campione Ekapop Sor Klinmee, uno dei maggiori combattenti al mondo di muay thai, soprannominato Hellboy, con un pugno destro distruttivo. Casella, forte del recente oro mondiale conquistato a Belgrado, ha accettato di sfidare Ekapop a Roma per la conquista del titolo Amazing Thailand Fighting Spirit.

“Per la prima volta a Roma fronteggerà il colosso thailandese”, così era stata annunciata la sfida Italia-Thailandia nel cui ambito i due atleti hanno incrociato i guantoni al Pala Atlantico di Roma. Un Pala Atlantico gremito che ha assistito al match, con Casella capace di danzare sul quadrato come mai prima; e a un minuto e 8 secondi dall’inizio, dopo uno scambio violento di colpi studiati, con un high-kick sinistro al volto ha addomesticato la leggenda thailandese. Poi, quando lo speaker della serata ha cercato di intonare un “ola” nel tripudio della folla, Casella ha preso la parola per dire che “va rispettato l’avversario battuto, solo così si possono sconfiggere i pregiudizi esistenti nei confronti degli sport da combattimento”.

Paolo Liberati, allenatore di Casella, ha spiegato che “anche se Gabriele è sempre riuscito a sconfiggere i thailandesi nella loro disciplina nazionale, v detto che dietro questa vittoria che sembrava irraggiungibile ci sono mesi di sacrifici e duri allenamenti senza tregua. Il metodo che abbiamo messo a punto lo andremo ad insegnare  nelle più importanti palestre italiane, con seminari e stage tecnici aperti a tutti”.
I vertici del Coni, assieme al Presidente della Fikbms Donato Milano e i rappresentanti delle istituzioni thailandesi in Italia hanno premiato l’atleta, per sostenere il quale era virtualmente presente (con un tweet) anche il Governatore della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.