DCIM

Con 330 bambini della scuola vela e trenta istruttori, in una anno difficile come il 2020, la Lega Navale Sezione di Ostia è stata premiata come seconda scuola vela d’Italia. L’emergenza covid 19 dunque non ferma, anzi rinnova, la passione per il mare. Complici forse la voglia di aria aperta e un occhio più attento verso la natura, nell’anno che si sta per chiudere la Lega Navale Sezione di Ostia è stata inserita al secondo gradino del podio della classifica stilata dalla Federazione fra i 750 circoli migliori e più attivi del Paese.

“Un risultato entusiasmante – commenta la Presidente della Lega Navale Sezione di Ostia, Carola De Fazio – ancora di più in un anno difficilissimo per via della pandemia. Un plauso va ai nostri ragazzi e alle loro famiglie che hanno continuato a credere in uno sport che consente di stare all’aria aperta e di respirare”. Un risultato che la Lega Navale Sezione di Ostia condivide con altre strutture della stessa regione. Ma il posto d’onore, con 2.501 punti, a soli 3 punti dalla capolista Cagliari, è stato occupato dal centro che ha sede sul litorale romano ovvero sul Lungomare Caio Duilio 36: un vero fiore all’occhiello della Capitale e del Paese. <<Rispetto agli anni passati – dichiara la Presidente – la scuola vela ha subito una lieve flessione ma l’abnegazione dei nostri istruttori unita alla sensibilità delle famiglie, consapevoli dell’importanza dello sport anche in un periodo come questo, ci hanno permesso di resistere con un buon numero di iscritti e di attività. A contribuire sono stati, probabilmente, anche la cura massima prestata in spiaggia e sulle imbarcazioni alle regole anti-covid>>. L’anno sportivo 2020 è stato penalizzato da una durata minore, iniziato a fine giugno si è chiuso la prima settimana di settembre. <<Un ringraziamento – afferma la Presidente della Lega Navale Sezione di Ostia, Carola De Fazio – va ai nostri istruttori della scuola vela meritevoli di tutto il successo 2020: Roberto De Vidovich direttore sportivo, Francesco Onofri e Carlotta Crocetti per Windsurf Simone Scabardi e Elena Calderini per Optimist e Damiano Patanè per Sup e Canoa>>.