di Pietro Paolo Dorigo
Pare un guazzabuglio il primo campionato dell’era post lockdown, la classifica fa capire ben poco fra chi ha giocato e chi è rimasto in panciolle. Comunque il Verona è in vetta alla classifica e il Sassuolo in zona Champions, penso basti questo per cominciare a raccontare un torneo dove la favoritissima Juventus pareggia su rimonta all’Olimpico contro una Roma che pareva vittima predestinata e il Napoli gioca tipo a tennis col Genoa, mentre il Milan sbanca Crotone e il Sassuolo il campo dello Spezia. Vince anche la Lazio a Cagliari, ma per i sardi la sconfitta stavolta fa meno male rispetto all’ultima volta: nello scorso campionato la squadra di Simone Inzaghi segnò due gol nell’arco di 120 secondi e a partita praticamente finita, stavolta segna un gol per tempo e vi andare. A proposito di Inzaghi, il fratello Filippo vince a Genova contro la Sampdoria, come a dire che il Benevento non farà come nell’ultima apparizione in serie A. Cristiano Ronaldo è già capocannoniere, fermate il mondo che voglio scendere.