Sabato 2 marzo, con fischio d’inizio alle 20.30, l’atteso derby Lazio-Roma all’Olimpico. Previsti circa 50mila spettatori di cui 12mila romanisti. I cancelli saranno aperti dalle 16.30. Alta l’attenzione da parte delle forze dell’ordine che schiereranno circa un migliaio gli agenti tra poliziotti, carabinieri e finanzieri con l’area che va da Ponte Milvio a piazzale Clodio tutta blindata.

Gli agenti saranno impiegati nei diversi turni a partire da questa sera e fino a domani notte per vegliare su punti nevralgici. In città sono infatti attesi ultrà stranieri gemellati con le due squadre romane. Per i tifosi sono state previste aree di parcheggio delocalizzate: per i romanisti Piazzale Clodio e area Metro di Via Cipro, per i laziali Viale XXVII Olimpiade e Tor di Quinto. Punti di raccolta e afflusso allo stadio saranno per i primi il Ponte della Musica e Ponte Duca d’Aosta, per i secondi Piazzale Ponte Milvio.

Anche in questa occasione saranno applicate le ordinanze prefettizie che vietano la vendita per asporto da 3 ore prima fino a 2 ore dopo il termine dell’incontro di bevande in bottiglia o in contenitori in vetro, ed il trasporto in strada di bottiglie e contenitori di vetro nella zona dello Stadio Olimpico e nelle adiacenze.

Una task force composta da appartenenti alla Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Polizia Locale di Roma, controllerà il rispetto delle ordinanze e sorveglierà per evitare i fenomeni di bagarinaggio, parcheggiatori e venditori abusivi.

Dal punto di vista della viabilità, è stato deciso che dalle 18 e fino a cessate esigenze, saranno chiusi al traffico Lungotevere Maresciallo Cadorna, Ponte Duca D’Aosta, Lungotevere Diaz nel tratto compreso tra Piazzale De Bosis e Largo Maresciallo Diaz (con cambio nel senso di marcia su Via Robilant), Lungotevere Oberdan e Lungotevere della Vittoria.