Importanti novità in vista per l’imminente Giro d’Italia Ciclocross – edizione 13. La grande partenza, prevista inizialmente sulla costa Jonica Calabrese, sulla sponda dei Laghi di Sibari il 26 settembre, avrà luogo in occasione della classicissima di Buja-Osoppo il 10 ottobre. Un testa-coda Sud-Nord, da un estremo all’altro dello Stivale, resosi necessario in seguito alla tegola organizzativa che è improvvisamente piovuta sulla testa degli amici calabresi dell’ASD Armando Gatto, costretti per causa di forza maggiore a rinunciare a un evento messo in cantiere da mesi e in avanzata fase di preparazione.

Luciano Lione, presidente dell’ASD Armando Gatto di Cassano allo Jonio, con queste parole spiega l’annullamento in una nota inviata agli organizzatori del GIC e alla Federciclismo: «Con estremo rammarico, si comunica l’impossibilità di effettuare la gara Memorial Armando Gatto, prova di apertura del 13° Giro d’Italia Ciclocross per motivi legati all’improvviso mancato assenso, da parte della società proprietaria, all’uso dei terreni interessati dal circuito di gara. Per questi motivi chiediamo la formale cancellazione dal calendario ufficiale della gara prevista ai Laghi di Sibari in data domenica 26 settembre 2021».
La festa rosa del fango autunnale e invernale aprirà quindi le danze nella memoria dell’indimenticato e amato Jonathan Tabotta in quella che è diventata, con la forza degli anni di esperienza e della sinergia organizzativa, una delle più belle classiche di ciclocross d’Italia e d’Europa. Sullo spettacolare tracciato del Parco del Rivellino di Osoppo (UD), celebre avamposto militare, si disputerà la contesa tutta sportiva delle prime maglie rosa del 13° GIC. Con una sorpresa per l’intero settore: la disputa del campionato italiano paraolimpico di specialità al sabato: un’anteprima originale e al passo con i tempi, visto il crescente impatto delle discipline paraolimpiche. Sarà la seconda edizione in assoluto di questi tricolori speciali. La prima, qualche anno fa, si è tenuta sempre in casa Jam’s Bike.

Entusiasti gli animi in casa Jam’s Bike Team Buja e anche a livello istituzionale locale: la tappa friulana gode infatti da sempre del supporto degli amministratori, che fortemente credono nel progetto rosa e nero-verde. «É con immenso piacere che quest’anno ospiteremo la tappa di apertura del Giro D’Italia Ciclocross, manifestazione che negli anni ha raggiunto un livello qualitativo eccellente – spiega Marco Zontone, assessore allo sport del comune di Buja – Per quanto riguarda la tappa di Osoppo nel parco del rivellino si ripete la sinergia tra i tre comuni di Buja, Gemona del Friuli e Osoppo che, grazie all’unione delle forze, permettono a questa manifestazione di potersi effettuare in una location ideale come il parco del rivellino. Con il contributo di Sportland e dei molti volontari delle associazioni presenti sul territorio siamo sicuri che anche quest’anno il nostro evento verrà ricordato come una delle migliori tappe del GIC e l’unica presente in territorio friulano.

In questa stagione ricchissima di successi sia ciclistici che non per il Friuli, questo evento vorrà essere il sigillo ideale per far conoscere ancor di più le sue bellezze senza dimenticare la parte agonistica con un tracciato che, secondo gli addetti ai lavori, metterà’ in risalto le qualità’ tecniche dei vari atleti in uno scenario molto suggestivo con il forte di Osoppo a sovrastare le varie prove.
Con l’aggiunta della prova per i giovanissimi e del campionato italiano paraolimpici al sabato antecedente crediamo che questa due giorni di sport sarà il miglior modo per iniziare un Giro all’insegna dei grandi numeri e della passione che è la linfa vitale per questo sport. Appuntamento in Friuli il 9 e 10 ottobre non mancate».
Tutte confermate le altre tappe
Una settimana di tempo e si scende in Centro Italia con il distico marchigiano del 17 e del 24 ottobre. SI andrà prima a Sant’Elpidio a Mare (FM), ospiti della O.P. Bike, e poi a Corridonia (MC) in casa della Bike Italia Tour e di Corridomnia, due degli scenari più apprezzati dal popolo del ciclocross per posizione baricentrica nello stivale e spettacolarità dei circuiti, entrambi curati in collaborazione con l’ASD Romano Scotti.

Una importante new entry sposterà la carovana rosa sull’asse Est-Ovest, dall’Adriatico direttamente sulle sponde del Tirreno. Il 14 novembre sarà il turno della toscana Follonica, in provincia di Grosseto, ospiti della Free Bike Pedale Follonichese 1956 (in collaborazione con l’ASD Romano Scotti), preludio a due gare interamente nel nome di Romano Scotti.
L’ASD Romano Scotti ha infatti riservato tutta per sé l’organizzazione della tappa numero 6, quella che il 28 novembre vedrà protagonisti i parchi di Roma Capitale, per poi spostarsi nel cuore del Puglia, nello splendido Salento che ripropone l’appuntamento di Gallipoli, previsto per il 19 dicembre. Davvero un gran regalo di Natale per gli amanti del Giro d’Italia Ciclocross!

Infine, la consolidata amicizia con l’ASD Ferentino Bikers porterà in Ciociaria, in particolare nel frusinate, il record del quinto appuntamento di fila in cinque anni: un’occasione tutta da celebrare, che la città di Ferentino (in collaborazione con l’ASD Romano Scotti) vivrà il secondo giorno dell’anno 2022 per il gran finale dell’edizione numero 13 del Giro d’Italia Ciclocross.