Festa in onore della farfalla azzurra Martina Centofanti dalla Polimnia Ritmica Romana. L’atleta della nazionale di ginnastica ritmica è stata festeggiata giovedì 4 novembre dalla società che l’ha vista formarsi e crescere in questa disciplina sportiva.

Tripudio di palloncini, striscioni e tricolori nella sede di via Thomas Mann per festeggiare i tati titoli vinti dalla Centofanti: Medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, 3 medaglie d’argento e una medagli d’oro ai recenti Campionati del mondo. Tanto basta per definire Martina Centofanti un vero orgoglio italiano, nato agonisticamente proprio in questa palestra, che si trova tra il XIII e il XIV Municipio di Roma, sotto la guida dello staff tecnico della Polimnia Ritmica Romana.

“Martina è arrivata da noi piccolina, ma mostrava già delle eccellenti qualità”, ha ricordato il direttore sportivo della Polimnia Ritmica Romana, Michela Conti, “e infatti in poco tempo si è messa in luce nei Campionati Federali, tanto che l’abbiamo inserita giovanissima nel nostro team di serie A; a 13 anni era già convocata in nazionale giovanile”. Giovedì 4 novembre l’atleta è tornata nella palestra che l’ha vista crescere e a onorare questa splendida atleta, oltre allo staff della Polimnia al completo sono intervenuti la Presidente del Municipio 13, Sabrina Giuseppetti, il Presidente del Municipio 14, Marco Della Porta ed il fiduciario CONI uscente del Municipio 13, Antonio Ranalli.  E poi le atlete del settore agonistico della Polimnia che hanno dato vita a una serie di esibizioni entusiasmanti. E’ stata anche l’occasione per celebrare gli ultimi successi delle giovani atlete “verdoline”: Martina Lamberti, che lo scorso giugno ha partecipato ai campionati Eurpoei juniores e a breve sarà impegnata nel Campionato nazionale di categoria, ed Emma Carleschi, che poche settimane fa si è laureata vicecampionessa d’Italia categoria A2 Gold. E poi centinaia di giovanissime che hanno ascoltato i racconti e i consigli di Martina Centofanti, hanno atteso ordinatamente il loro turno per una foto e un autografo e guardato incuriosite il video emozionante che ha ripercorso le tappe del percorso sportivo della campionessa. E lei, con la pazienza e l’umiltà dei veri campioni, si è dedicata con dolcezza infinita alle sue piccole fans, regalando sorrisi e abbracci. “Martina è una persona speciale, determinata ma dolcissima, altruista e saggia, molto più matura della sua età” ha sottolineato Liliana Iacomini, la coach che segue il settore Gold della Polimnia. E in questa giornata speciale non poteva mancare la presenza dell’ex capitano della squadra nazionale italiana, plurimedagliata olimpica e mondiale Elisa Santoni, anche lei nata e cresciuta nella Polimnia Ritmica Romana e accorsa per festeggiare la sua giovane erede: due miti della ginnastica ritmica italiana che hanno portato il nome dell’Italia sul tetto del mondo riunite nella stessa palestra. E chissà che tra le tante bambine che le guardavano con aria sognante non ci sia la prossima farfalla azzurra.