Primo giorno di gara, con due serie ciascuna da 25 piattelli, per i tiratori in pedana al Campionato del Mondo di Fossa Universale. In un’Umbriaverde baciata dal sole, in 161 hanno imbracciato per la prima volta il fucile in un Mondiale differente, per spirito, attenzioni, clima generale, rispetto alle trentasette edizioni precedenti.

L’Italia è alla guida in tutte le classifiche a squadre: Junior (123/150), Ladies (133/150), Men (134/150), Senior (142/150), Veterani (128/150).

Buoni risultati anche nelle prove individuali, con gli italiani ai vertici di tutte le categorie. Primi nella classifica Men sono Stefano Narducci e Valerio Vallifuoco con un perfetto 50/50, insieme al francese Cyril Sancier. Sono italiani anche i tre inseguitori, con il punteggio di 49/50 Roberto Castrichini, Sebastiano Ambruoso e Carlo Angelantoni.

Tra le Ladies, le italiane occupano la testa della classifica: prima è Bianca Revello con 49/50, tallonata da Giulia Pintor con 48/50 e dal consigliere federale Roberta Pelosi con 45/50, a pari merito con l’altra italiana Eugenia Valente.

Il francese Karl Jovinelle guida la classifica parziale degli Junior, a punteggio pieno. Seguono, tutti con 45/50, i tre italiani Davide Spoletini, Gabriele Fabbri e Emanuele Marcello.

Radek Kozak (CZE) è in testa alla classifica Senior con punteggio pieno. Dietro di lui, a due piattelli, sei inseguitori: gli italiani Francesco Angelini, Graziano Borlini, Vittorio Taiola e Massimo Croce, e i due francesi Olivier Mas Boubay e Bernard Vaucelle.

Giorgio Borrione (ITA) ha ottenuto il miglior punteggio tra i Veterani con 48/50, seguito con 45/50 dall’inglese Howard Batt, dal francese Christian Piquet e dagli italiani Salvatore Graffeo e Luciano Ciarafoni.

Per i Master, guida la classifica parziale Marco Vaccari (ITA) con 46/50, seguito dall’altro italiano Valter Veroli con 45/50 e, a pari merito, Giuliano Fabbri (ITA) e Guy Buffello (FRA) con 42/50.

“Sono soddisfatto come primo giorno di gara, anche se dobbiamo migliorare ancora, considerato che gli avversari, seppur in un numero minore, hanno ottenuto dei buon risultati” – è stato il commento a caldo del Commissario Tecnico Sandro Polsinelli. Domani si torna in pedana, sempre con inizio gara alle 10.30.