Pioggia battente e freddo, 13 gradi la massima di oggi. Gli Azzurri della Fossa Olimpica testano le pedane dell’Hälvälä Sport Shooting Center e poi si rifugiano subito in tenda tra una serie e l’altra. Già le serie, cruccio serio di questa 4° Prova di Coppa del Mondo: l’impianto finlandese ha solo 4 campi di trap per le 5 serie di qualificazione, alla fine i tiratori non spareranno gli stessi 125 piattelli. Così la gara non è del tutto regolare.

“Ce ne faremo una ragione. – ci dice il Dt Abano Pera- Sarà un motivo in più per dare il massimo, visto che non possiamo fare nulla contro questo problema. In realtà dopo la mia protesta, per la fase di qualificazione sarà coperto anche il campo della finale. Che lo si scopra per esigenze televisive in finale è giusto, ma in qualificazione non si possono avere tre campi coperti e uno scoperto, perché tutti i tiratori in gara dovrebbero avere le stesse condizioni. Il nostro sport ha già tante imponderabilità di suo, gli organizzatori non dovrebbero crearne altre”.

A Ferragosto primo giorno di gara, il 16 alle ore 17.08 italiane finale femminile, quella maschile il 17 agosto, sempre alle 17.08, dopo 3 giorni di sparo (anche qui situazione straordinaria). Il 18 finale del Misto di Fossa a Squadra, alle 16.08. Per Mauro de Filippis, Valerio Grazini e Giovanni Pellielo c’è l’imperativo categorico di conquistare le due carte olimpiche che ancora mancano al maschile e che Jessica Rossi e Silvana Stanco, affiancate in quest’occasione da Fiammetta Rossi che tanto bene ha figurato nella recente Universiade di Napoli, hanno già dato all’Italia.