Guelfi Firenze, il premio del Coni
Guelfi Firenze, il premio del Coni

Pomeriggio indimenticabile per i Guelfi Firenze, che hanno ricevuto dalle mani di Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana e Delegato Provinciale del Coni, la targa di “Realtà societaria sportiva” dell’anno. L’evento organizzato dal Comitato Regionale Toscana – Firenze del Coni si è svolto nell’auditorium del Consiglio Regionale Toscana all’interno delle manifestazioni per la “40° giornata olimpica”. Insieme ai Guelfi Firenze sono stati premiati Niccolò Campriani (atleta dell’anno) Pantaleo Corvino (dirigente sportivo dell’anno), Lorenzo Bucarelli e Larissa Iapichino (giovani atleti dell’anno).

“Volevo tributare un riconoscimento ad una squadra che dal 2000 opera con risultati di grandissimo rilievo” ha dichiarato Eugenio Giani, che poi ha aggiunto: “Ci hanno consegnato due titoli Nazionali oltre al recente titolo italiano Under 13 in uno sport che è diventato da poco tempo parte della federazione olimpica a tutti gli effetti. Nel 2007, quando decidemmo di impostare sui Guelfi Firenze la realizzazione di un impianto sportivo per la pratica del football americano all’Isolotto, ero Assessore allo Sport. Questa società è stata poi in grado, tramite il volontariato e la capacità di fare dello sport una passione che va oltre l’allenamento, di andare ben al di là di quelle che erano le aspettative iniziali su questo progetto. Mi ricordo di quando andavo a vederli in trasferta, in particolare mi ritornano alla memoria una finale storica a Cesenatico e la vittoria del titolo Lenaf nel 2005. Io li ringrazio sia per quello che hanno fatto da un punto di vista sportivo sia per come hanno usato il football americano al fine di aggregare delle persone e valorizzare i giovani aumentando il peso di questo movimento all’interno della nostra Firenze”.

Così invece Filippo Martelli, vice presidente dei Guelfi Firenze: “Essere qui con questi campioni è sicuramente emozionante. Questo riconoscimento ci ripaga ancora una volta dei tanti sacrifici che facciamo, delle ore rubate alla famiglia e di quelle spese sul campo e negli uffici per portare avanti una società giovane che si è prefissa di crescere ancora. Cerchiamo di fare del nostro meglio, il 2016 lo abbiamo aperto con la vittoria del campionato nazionale U13 e lo abbiamo concluso con i play-off di Prima Divisione al nostro esordio nella categoria. Vogliamo fare del nostro meglio sotto il piano sportivo ma anche continuando ad investire in noi stessi, crediamo nel nostro progetto e lo sforzo fatto nel nostro impianto darà le basi per impostare il nostro futuro visto che non ci possiamo basare solo sugli sponsor, specialmente in quei momenti dove l’economia non se la passa bene. Ringrazio Eugenio Giani, che ha sempre creduto in noi e tutte le istituzioni per il supporto ricevuto durante tutti questi anni”.