Terza vittoria (su cinque partite) per la serie C femminile del Club Basket Frascati. Le ragazze di coach Manuel Monetti hanno piegato la Dinamo Ladispoli per 60-54 al termine di un match molto combattuto e faticoso contro una squadra che aveva gli stessi punti delle tuscolane prima dello scontro diretto. “E’ stata una sfida decisamente equilibrata e spesso giocata punto a punto – dice l’ala grande classe 1981 Rossella Cecconi, unica over del gruppo frascatano che si “sdoppia” nel ruolo di atleta e tecnico (tra le altre) della serie C Gold maschile – Siamo state anche sotto nel terzo quarto, ma a quel punto la differenza l’ha fatta la maggiore aggressività e attenzione che abbiamo messo in difesa, cosa che in precedenza ci aveva fatto difetto. Se non teniamo sempre alta quell’asticella, rischiamo di andare in sofferenza”. La Cecconi, comunque, dà voti alti all’inizio di stagione del Club Basket Frascati: “E’ un avvio di campionato super positivo: questa è una squadra giovanissima dove sono l’unica “over”, viste le diverse scelte di vita fatte da Petra Prgomet Mineo (che è in attesa di un bimbo, ndr). Le ragazze stanno facendo un’esperienza molto importante in una categoria non semplice e se la ritroveranno nel corso della loro carriera. Tra l’altro, molte di loro hanno già dimostrato di sapersi prendere delle responsabilità importanti nei momenti “caldi” delle partite e lo fanno anche al cospetto di avversari di buon livello e mediamente più esperti. Inoltre ascoltano i consigli di coach Manuel Monetti e della sottoscritta e hanno tanta voglia di migliorare”. Proprio il suo rapporto con Manuel Monetti è particolarissimo: nella serie C Gold uno è atleta e l’altra è tecnico, mentre nella serie C femminile i ruoli sono invertiti.

“Tutto sta ad avere rispetto dell’altro e nel calarsi nel ruolo del momento. Quando sono atleta, mi attengo alle indicazioni di Manuel, poi ovviamente fornisco le impressioni dal campo al mio allenatore come fa qualsiasi giocatore. Certo, la nostra situazione è curiosa perché a volte ci capita di scendere qualche gradino dal palazzetto al pallone polivalente (che fanno parte del complesso sportivo di Vermicino, tana del Club Basket Frascati, ndr) e ci “trasformiamo” da allenatore a giocatore e viceversa”. La chiusura è sull’obiettivo della prima squadra femminile tuscolana: “Intanto divertirsi e crescere, poi capire che quando ci sono la voglia e la concentrazione giuste ce la possiamo giocare con quasi tutte le avversarie di questo campionato” conclude la Cecconi.