Con il quarto round in programma si chiude a Varano il Campionato Italiano Velocità Junior 2020. Ennesimo successo della Federazione Motociclistica Italiana che, nonostante le difficoltà dovute dalla pandemia coronavisus, è riuscita a mettere in pista un campionato combattutissimo e incerto fino all’ultimo round.

Con i risultati delle gare di Varano si laureano campioni italiani CIV Junior 2020 il legnanese Giulio Pugliese nella MiniGP, il miranese Daniel Da Lio nella Aprilia RS250 SP Challenge, l’udinese Lorenzo Frasca nella Aprilia RS250 SP Next Generation, il cremasco Cristian Borrelli nella Ohvale 110, il cagliaritano Matteo Masili nella Ohvale 160 e il monegasco Nicolò Scorsolio nella Ohvale 190.

Basta la prima gara a Giulio Pugliese per laurearsi Campione Italiano MiniGP 2020. Il terzo posto ottenuto sabato in gara gli permette di avere il margine sufficiente per poter festeggiare il titolo tricolore con una gara di anticipo. 172 punti per il legnanese seguito da Mattia Romito con 140 punti e terzo Gionata Barbagallo con 119 punti. Vince Gara uno Mattia Romito seguito da Gionata Barbagallo e Giulio Pugliese. In gara due Mathias Tamburini è primo seguito dal neo campione Giulio Pugliese che guadagna una posizione rispetto alla gara del sabato, terzo Mattia Romito.

Vince entrambe le gare Aprilia RS250 SP Challenge Daniel Da Lio che conquista così il primo titolo del monomarca Aprilia con 186 punti, Samuel treccani è secondo in campionato con 129 punti, seguito da Yari Favero terzo con 121 punti. Yari Favero è secondo sia in gara uno che in gara due mentre si alternano sul terzo gradino del podio prima Nicola Plazzi poi Matteo Bonetti.

Lorenzo Frasca con la vittoria in gara uno e il terzo posto di gara due si aggiudica il titolo Aprilia RS250 SP Next Generation totalizzando 154 punti. La classifica per i piloti under quattordici vede Mattia Bosello secondo con 142 punti e Leonardo Abruzzo terzo con 136 punti. In gara uno vanno a podio Leonardo Abruzzo sul gradino intermedio e Mattia Bosello sul gradino più basso. In gara due Leonardo Abruzzo e Mattia Bosello salgono di un gradino rispetto a gara uno aggiudicandosi rispettivamente la vittoria e la seconda posizione.

Le vittorie in entrambe le gare regalano a Cristian Borrelli il primo posto nel campionato Ohvale 110 con 167 punti, seguono Riccardo Michielin e Manfredi Balducci con 121 e 116 punti. In gara uno arrivano dietro al campione Jacopo Panero e Tian Krsevan. Podio fotocopia in gara 2.

Matteo Masili vince anche le ultime due gare in programma portando le sue vittorie a sette su otto competizioni disputate che gli valgono il titolo di campione italiano Ohvale 160 con 185 punti. Arrivo al traguardo che rispecchia la classifica finale sia in gara uno che in gara due con Luca Maria Casagrande Contardi secondo in entrambe le gare e secondo in campionato con 161 punti. Terzo, anche qui sia in campionato che nelle due gare disputate, Cristian Maiorani con 109 punti.

I fratelli monegaschi Nicolò e Valentino Scorsolio monopolizzano la parte alta della classifica generale Ohvale 190 rispettivamente con 154 e 149 punti: Nicolò Scorsolio è il nuovo campione italiano della masima categoria Ohvale. Kevin Farkas, due volte secondo al traguardo di Varano, è terzo in campionato con 138 punti. Vince le due gare la wild card Moor Rossi, con il campione 2020 Nicolò Scorsolio due volte terzo.

Si conclude così il Campionato Italiano Velocità Junior con sei nuovi campioni italiani che, insieme a tutti gli altri piloti, ci auguriamo di poter ritrovare sulle griglie di partenza del CIV e CIV Junior del prossimo anno.