Il via ufficiale è oggi pomeriggio, gli atleti in gara alla trentunesima edizione del Memorial “Paolo d’Aloja” stanno affinando la preparazione sulle acque del lago di Piediluco. Una gara d’apertura della stagione internazionale, con atleti di 23 nazioni al via (Italia, Albania, Bulgaria, Ecuador, Georgia, Giappone, Israele, Irlanda del Nord, Lituania, Sud Africa, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Ucraina, Qatar, Tunisia, Marocco, Nigeria, Emirati Arabi, Lettonia, Zimbabwe, Porto Rico), che ha attirato l’interesse di ben 10 medagliati ai Giochi di Rio del Janeiro 2016.

Oltre alle medaglie di bronzo italiane vinte alle Olimpiadi nel due senza (Giovanni Abagnale e Marco Di Costanzo) e a quelle conquistate nel quattro senza (Giuseppe Vicino, Matteo Lodo, Matteo Castaldo e Domenico Montrone), saranno in gara nella fine settimana medagliati di altre due Nazioni ai Giochi Carioca: la Lituania, argento nel doppio maschile con Mindaugas Griskonis e Saulius Ritter, e medaglia di bronzo nel doppio femminile vinta da Milda Valciukaite insieme a Donata Vistartaite, con la prima che a Piediluco sarà in gara nel singolo; il Sudafrica che in Brasile ha vinto l’argento nel due senza grazie a Lawrence Brittain insieme a Shaun Keeling, ma al Memorial in gara con Jake Green. Il Sud Africa a Rio con l’argento al collo si piazzò dietro agli imprendibili neozelandesi Eric Murray e Hamish Bond e davanti al sorprendente armo azzurro di Di Costanzo e Abbagnale che, a loro volta, agguantarono il bronzo a due secondi dai sudafricani.

Per quanto riguarda il programma della fine settimana del Memorial Paolo d’Aloja, prevede l’inizio per oggi alle 15 e 10 con le prime batterie; sabato 8 aprile le finali alle 8 e 30 e nel pomeriggio alle 16 le batterie per formare le finali del giorno dopo. Domenica 9 aprile inizio seconda giornata di finali alle 8 e 30.