Alessandro Sabelli
Alessandro Sabelli

Il Rocca Priora vola sempre più in alto. La squadra di mister Paolo Lunardini coglie il suo quinto successo nelle ultime sei partite battendo 3-1 il Città di Valmontone sul terreno scivoloso (ma tutto sommato accettabile viste le temperature di questi giorni) del “Montefiore”.

«Sapevo che avremmo affrontato questa gara con l’atteggiamento giusto – rimarca l’esperto centrocampista classe 1982 Alessandro Sabelli – Questo era uno scontro diretto e poi in casa, tranne la sfida con il Valle Martella che fu condizionata anche dalla forte pioggia, non abbiamo praticamente mai sbagliato. Di fatto il risultato è stato sempre sotto controllo tanto che abbiamo chiuso il primo tempo sul 2-0 e poi nella ripresa abbiamo triplicato prima del calcio di rigore con cui gli ospiti hanno accorciato le distanze». Sabelli, che ieri ha messo a segno il suo secondo sigillo stagionale dopo quello contro il Bellegra, parla dell’ottimo momento roccapriorese. «Il gruppo è compatto e ora si lavora bene, poi è chiaro che anche i risultati positivi creano entusiasmo e fiducia». L’esperto mediano, comunque, non vuole dare pressioni alla squadra.

«Credo che l’unico obiettivo sia quello di migliorare la quinta posizione dello scorso anno, poi ovviamente se ci sarà la possibilità di conquistare qualcosa in più ci proveremo con tutte le nostre forze». Sabelli, che l’anno scorso ha giocato con l’Atletico Zagarolo, spiega i motivi del suo ritorno a Rocca Priora. «Ero stato qui qualche anno fa e ho ritrovato lo stesso ambiente molto positivo dove sto benissimo. In estate sono stato contattato da mister Lunardini con cui mi sono spesso “sfidato” da avversario in carriera, ma con cui non avevo mai lavorato. Ho colto subito questa opportunità e sono molto felice della scelta che ho fatto». Nel prossimo turno il Rocca Priora è atteso dalla delicata sfida di Labico. «Una neopromossa che aveva iniziato il campionato con difficoltà, ma che col mercato di dicembre si è rinforzata molto e ora ha infilato una serie di risultati positivi di rilievo. Tra l’altro ci sarà l’incognita ulteriore del campo di terra e quindi bisognerà stare molto attenti: è una partita che temo molto e che dovremo affrontare con la massima concentrazione se vogliamo dare continuità al nostro ottimo momento» chiosa Sabelli.