“Il volantino in curva nord di ieri sera è inaccettabile. Occorre prendere subito provvedimenti affinché le società garantiscano che gli stadi siano luoghi in cui si può vivere lo sport in modo civile e sereno. Non possiamo più accettare che, con la scusa della fede calcistica, passi un giorno un messaggio razzista, un giorno lo scherno antisemita e oggi si torni indietro di secoli con considerazioni sulla donna che non meritano neanche un commento. Ed è importante che l’esempio arrivi proprio da Roma, che è la capitale d’Italia”.

Lo dichiara la consigliera regionale Eleonora Mattia (PD), presidente della IX Commissione consiliare Pari opportunità.