Buona la prima per il La Rustica RRdP. La squadra di mister Nunzio Iardino ha vinto 1-0 contro lo Sporting Ariccia nel primo turno di Coppa Italia andato in scena domenica scorsa presso il campo di casa di via Galatea: ora per i capitolini ci sarà l’incrocio con l’Atletico Lodigiani prima del debutto in campionato del 19 settembre contro il Casal Barriera. A parlare del primo match ufficiale della stagione è Cristian Anastasio, ex della gara che sabato prossimo compirà 26 anni e che è il neo capitano del La Rustica RRdP.

“La partita è stata condizionata dal gran caldo, i ritmi sono stati piuttosto lenti e nel primo tempo non ci sono state grandi occasioni. La rete decisiva è arrivata a metà ripresa con Christian Fabiani, ex della partita come il sottoscritto e Nanni, ma in precedenza avevamo creato altre due opportunità importanti. A livello di gioco e tattico sappiamo che c’è ancora tanto da migliorare, ma l’importante era ritrovare un po’ di fiducia dopo la brutta amichevole persa con l’Ottavia che poteva un po’ destabilizzarci. Ora con l’Atletico Lodigiani cercheremo di fare un’altra buona prestazione, mettendo nelle gambe un test in più in vista dell’esordio in campionato”. Anastasio ha giocato in mezzo al campo invece che nel consueto ruolo di esterno: “Ho già fatto la mezzala in qualche caso, ma ora mi sta piacendo di più e sento la responsabilità di essere la guida dei tanti giovani che abbiamo in organico. Anche la fascia di capitano la apprezzo e la sento come una spinta a dare qualcosa in più”.

Il classe 1995 spiega i motivi che lo hanno portato al La Rustica RRdP: “La società mi aveva cercato già l’anno scorso e quest’anno abbiamo concretizzato l’accordo. Ho trovato un club serio e logisticamente anche lo spostamento a La Rustica e gli allenamenti nel tardo pomeriggio hanno influito sulla mia scelta. Il presidente Tonino D’Auria è una persona seria e mister Nunzio Iardino è un tecnico molto preparato. Il nostro obiettivo è quello della salvezza: sappiamo che sarà molto difficile anche per via della formula, ogni partita sarà una battaglia. Sarebbe importante cominciare bene per dare sicurezza ad un gruppo molto giovane”.