Serata storica per l’atletica mondiale a Torun, in Polonia. Lo svedese Armand Duplantis si arrampica al record del mondo del salto con l’asta, alla misura di 6,17, un centimetro in più del limite che era stato fissato a 6,16 nel 2014 dal francese Renaud Lavillenie. Una prestazione che sembrava sempre più alla portata del 20enne vicecampione del mondo, che martedì a Dusseldorf aveva sfiorato la misura. Duplantis, allenato dal papà ex astista Greg, ha superato 6,17 al secondo tentativo dopo aver compiuto un percorso senza errori fino a 6,01. Fenomeno fin dalla giovanissima età, “Mondo” ha già collezionato un palmares invidiabile, nel quale brilla, oltre all’argento iridato di Doha, anche l’oro europeo di Berlino 2018, e tanti titoli giovanili tra cui quello degli Europei under 20 disputati in Italia, a Grosseto, nel 2017. Il legame speciale con il nostro Paese non si limita a questo felice ricordo: prima dei Mondiali di Doha, infatti, Duplantis ha svolto un periodo di allenamento a Castelporziano (Ostia) con la Nazionale svedese.

Hassane Fofana
A Torun (Polonia), nella quarta tappa del World Indoor Tour, migliora il primato stagionale nei 60hs Hassane Fofana (Fiamme Oro) che con 7.73 è ottavo in finale, dopo aver corso in 7.77 la batteria. In chiave azzurra c’è da registrare anche il 3:42.24 di Yassin Bouih (Fiamme Gialle) nei 1500, terzo posto e primato personale nella gara vinta dallo spagnolo Ignacio Fontes in 3:38.57.