Un altro record per Larissa Iapichino. Ad Ancona, nella giornata inaugurale dei Campionati italiani juniores e promesse indoor, l’azzurra del salto in lungo migliora il primato italiano under 20 al coperto con la misura di 6,40, aggiungendo quattro centimetri alla prestazione realizzata due anni fa a Padova (6,36 il 28 gennaio 2018). Per la campionessa europea di categoria l’acuto arriva al termine della gara, con il sesto e ultimo tentativo: diventa così la capolista mondiale under 20 dell’anno. La 17enne dell’Atletica Firenze Marathon cresce nettamente rispetto all’esordio stagionale di Karlsruhe (6,22 una settimana fa) e si avvicina al suo primato all’aperto di 6,64 realizzato nella scorsa estate ad Agropoli. In carriera ha fatto meglio solo in quell’occasione e poi agli Europei under 20 di Boras, dove è riuscita a sconfiggere avversarie di due anni più grandi, con 6,50 in qualificazione e 6,58 in finale. La doppia figlia d’arte (di papà Gianni e mamma Fiona May, due titoli mondiali e due argenti olimpici nel lungo) oggi va subito in testa con 6,24 replicato al secondo salto, prima di incrementare a 6,25 nel quarto turno e di mettere a segno l’exploit finale (serie completa: 6,24-6,24-5,85-6,25-6,08-6,40) nella stagione dei Mondiali under 20 di Nairobi (Kenya, 7-12 luglio). Al secondo posto Arianna Battistella (Atl. Vicentina) con il personale di 6,11 all’ultimo salto per scavalcare Chiara Smeraldo (Us Maurina Olio Carli, 6,07).

“È stata una gara complicata, soprattutto all’inizio, perché stiamo lavorando molto sulla rincorsa – spiega la saltatrice allenata da Gianni Cecconi e Ilaria Ceccarelli – ma sono contenta del carattere che sono riuscita tirar fuori all’ultimo salto e quindi posso ritenermi soddisfatta. Non sono più quella del 2019: sono cresciuta, sono un po’ più forte fisicamente, e di conseguenza la rincorsa deve essere modificata. Dobbiamo trovare equilibrio. La gara contro le atlete più forti del mondo a Karlsruhe (6,22) mi ha insegnato tanto, al di là del risultato e delle difficoltà che ho riscontrato. Posso dire di essere andata via con un’esperienza in ‘saccoccia’ che mi tornerà utile per il futuro, e lo è stata anche oggi. Sabato prossimo sarò a Glasgow per un altro meeting importante, poi chiuderò la mia stagione indoor agli Assoluti, di nuovo qui ad Ancona, il weekend del 22-23 febbraio”.