gas auto
Bocciata la proposta di risoluzione della Commissione Ambiente

Il Parlamento Europeo ha dato il via libera ai nuovi limiti sulle emissioni dei veicoli in condizioni di guida reale (Rde). È stata infatti bocciata (con 323 voti contrari, 317 in favore e 61 astensioni) la proposta di risoluzione della Commissione Ambiente che raccomandava all’assemblea di porre il veto al progetto della Commissione europea che aggiorna i limiti in vigore necessari per la omologazione dei veicoli.

Secondo la Commissione europea, l’aumento temporaneo dei limiti, oggetto dell’obiezione votata, è giustificato dalla necessità di considerare i dubbi tecnici relativi all’uso dei nuovi dispositivi portatili di misurazione delle emissioni (PEMS), così come i limiti tecnici per il miglioramento – nel breve termine – della performance, in condizioni reali di guida, del rilevamento delle emissioni per le autovetture a diesel attualmente prodotte.

ILa decisione apre la strada alla Commissione per l’attuazione del secondo pacchetto RDE che prevede nuovi requisiti per le emissioni in due fasi: nella prima, i produttori delle autovetture dovranno ridurre il divario a un ”fattore di conformità” di massimo 2,1 (110%) per i nuovi modelli entro settembre 2017 (e per i nuovi veicoli entro settembre 2019), mentre nella seconda il divario dovrebbe essere ridotto fino a un fattore di 1,5 (50%), considerando i margini di errore tecnici, entro gennaio 2020 per tutti i nuovi modelli (ed entro gennaio 2021 per tutte le nuove macchine).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here