L’idea di volley dello Zagarolo Sports Academy non riguarda “solo” le prime squadre dei due settori e il cercare di creare un polo giovanile d’eccellenza, ma è rivolta anche alla base, al “cuore pulsante” rappresentato dal minivolley. Il reclutamento dei bambini è la vera mission delle società legate al territorio ed è per questo che la presidentessa Petra Prgomet ha stretto un accordo con lo Sportinsieme 2015, realtà coordinata da Ivana Rega, figura storica della pallavolo zagarolese che da più di quarant’anni fa parte del mondo del volley.

“Mancavo da Zagarolo da sei stagioni quando lasciai le redini dell’allora Union Volley di cui sono stata tra soci fondatori. Sono una docente di educazione fisica specializzata in management dello sport e insieme alla mia inseparabile collega Francesca Fabrizi ho continuato il mio progetto sportivo con Sportinsieme2015, club che si è specializzato nel minivolley e nelle collaborazioni con gli istituti scolastici. Abbiamo uno staff che conta su Alessandro Leggi, Arianna Caruso, Martina Baldari e Sabrina Simoncini con cui abbiamo formato buone giocatrici e persone in gamba – rimarca la Rega – Con la Prgomet e Patrick Mineo ci accomunano un grande entusiasmo, la passione e la voglia di fare: così è nato l’innovativo progetto denominato “Sportinsieme Mini Academy”. D’altronde per diventare una società di punta, bisogna creare una base stabile e solida. Curare il settore del reclutamento, avere un vivaio con grandi numeri e bravi allenatori specializzati nel settore di base, sono pilastri fondamentali per crescere e fare una pallavolo di qualità. Un progetto ambizioso, ma ci sono tutti i presupposti per poterlo realizzare. Sportinsieme si occuperà dell’avviamento alla pallavolo per bambini e bambine dai 6 agli 11 anni offrendo corsi di minivolley e mettendo in campo tutta l’esperienza e la professionalità. Vogliamo contribuire a ricreare una scuola di pallavolo di eccellenza sul territorio, in modo che Zagarolo Sport Academy possa essere un importante punto di riferimento del volley di alto livello” conclude la Rega.