Archiviato il Rally Bellunese, primo appuntamento con la Coppa Rally ACI Sport in zona quattro, è tempo per Xmotors Team di stilare il bilancio ed il segno che lo contraddistingue è certamente positivo, con una sola nota negativa per uno dei portacolori.

Debutto più che convincente quello di Alex D’Agostini nella classe regina, al via su una Skoda Fabia R5 di Ferrari Motor Team con Matteo Magrin alle note, concluso a ridosso della top ten.

Il pilota di Pedavena, in condizioni di fondo mutevoli, è riuscito a raccogliere un buon undicesimo posto assoluto, di gruppo R e di classe R5, in un parco partenti ben nutrito.

“Siamo molto soddisfatti” – racconta D’Agostini – “perchè è naturale che ci sia moltissima strada da fare ma, per ora, va benissimo così. La vettura è molto professionale e, forse, solo sulla Melere asciutta abbiamo capito qualcosa. Per il resto abbiamo cercato di adattarci. Con questa vettura si fanno percorrenze di curva impressionanti. Abituati all’aspirato abbiamo dovuto cambiare, completamente, lo stile di guida. Ci siamo divertiti. Grazie alla mia compagna ed al mio bimbo per sopportarmi, al mio navigatore e compare Magrin, al boss Francesco Stefan, a tutto il Ferrari Motor Team ed a tutti i partners che mi hanno regalato questo sogno.”


Prima uscita con la Renault Clio Super 1600, messa a disposizione da PR2 Sport, e primo podio di classe S1600, secondo agguantato sull’ultima speciale, per Giampaolo Bizzotto.

Il pilota di Tombolo, affiancato da Sandra Tommasini, faceva suo il terzo posto sin dalla seconda prova e lo manteneva con costanza, nonostante i capricci del meteo, ricevendo un regalo dalla dea bendata sul finale che, grazie a problemi altrui, valeva la seconda piazza, il secondo posto nella generale di gruppo A nonché la quindicesima casella nell’assoluta.

“Vettura performante e team al top” – racconta Bizzotto – “sono stati gli ingredienti di questo risultato positivo. Peccato non aver potuto fare un test prima della gara perchè, forse, ci avrebbe permesso di spingere di più. Siamo comunque soddisfatti perchè, per essere l’esordio e visti gli avversari al via, non potevamo chiedere di meglio. Grazie ai partners, a Xmotors Team, a PR2 Sport, alla mia naviga e complimenti all’organizzazione. Percorso bellissimo.”

L’unico a masticare amaro, dopo aver lottato soltanto per tre prove speciali, è stato Manuel De Paoli, al via con Luca Zollet su una Peugeot 106 Rallye gruppo A, griffata Xmotors Team.

Il pilota di Feltre, dopo aver vinto la terza speciale, si vedeva costretto al ritiro, quando viaggiava secondo di classe A6 a 2”4 dal leader, per un problema di natura meccanica

“Sulle prime due abbiamo azzeccato le gomme” – racconta De Paoli – “ed infatti ci stavamo giocando la classe. Dopo aver vinto la terza ci siamo dovuti fermare, per un guasto. Nonostante il ritiro siamo molto soddisfatti. Grazie ai nostri sostenitori ed a Xmotors Team.”