Leg 8 from Itajai to Newport, start day. 22 April, 2018.

Sole, vento intorno ai 12/15 nodi e, come hanno fatto in tutte le occasioni in cui la Volvo Ocean Race ha visitato Itajaì, tanto pubblico, a terra e in mare per salutare i velisti. Basti pensare che durante lo stopover sono state quasi 450.000 persone a visitare il Race Village.

Dopo un percorso costiero, composto da un bastone e un grande triangolo, che ha permesso alle barche di issare le loro grandi vele colorate, i sette team hanno lasciato la località brasiliana diretti verso Newport, nello stato nordamericano del Rhode Island. Sulla linea di partenza anche Sun Hung Kai Scallywag, che arrivato solo giovedì è riuscito ad effettuare i lavori necessari e riunirsi alla flotta, così come ha potuto fare Vestas 11th Hour Racing.

Primi sulla linea dello start, su tutte le boe del percorso e anche a lasciare la baia di Itajaì, gli spagnoli di MAPFRE che sono riusciti a tenersi alle spalle i franco/cinesi di Dongfeng Race Team, acerrimi rivali e attuali leader della classifica generale con un solo punto di vantaggio. Terzo Team Brunel, guidato dallo skipper olandese Bouwe Bekking e con l’italiano Alberto Bolzan, vincitore della settima tappa.

Una velista italiana, Francesca Clapcic, anche su Turn the Tide on Plastic di Dee Caffari, che sia nella In-Port race di venerdì che oggi ha dimostrato buone doti di velocità, lasciando Itajaì in quarta posizione. “Sicuramente anche questa è un’altra tappa complessa.” Ha detto la triestina. “Dovremo passare l’Equatore un’altra volta, probabilmente i Doldrum saranno meno estesi di quelli che abbiamo incontrato nelle tappe precedenti. Ma ci saranno tante alghe e altri ostacoli tattici.”

Dopo essere sceso in seconda posizione alle spalle di Dongfeng Race Team in classifica generale, lo skipper di MAPFRE Xabi Fernández ha dichiarato che il suo team dovrà lottare molto per riguadagnare la leadership. “Dovremo regatare al meglio e mettere tutte le nostre capacità, se vorremo vincere questa tappa.” Il suo amico/nemico skipper di Dongfeng Race Team, Charles Caudrelier concorda che questa sia una tappa complicata con la navigazione negli Alisei e l’ultimo passaggio dell’Equatore. “E’ una bella tappa, abbiamo ancora le calme equatoriali, ma questa volta il passaggio dovrebbe essere più semplice, va bene.”

Lo stopover di Newport è uno dei più apprezzati dai velisti dei team, che vi hanno regatato spesso. “Adoro Newport.” Ha detto lo skipper di Team Brunel Bouwe Bekking. “E’ un luogo dove si sente anche molto l’eredità della Coppa America e naturalmente la gente del posto Sto arrivando! di cosa si sta parlando.”

Le previsioni meteo parlano di vento leggero per le primissime fasi della Leg 8 e probabilmente la flotta cercherà di portarsi a est e più al largo, prima di puntare verso nord.