L’Italia chiude con una sconfitta per 3-0 (29-27, 25-16, 25-18) contro la Russia la Pool 6 della Volleyball Nations League.
In avvio di gara per l’Italia scendono in campo Simone Giannelli, Roberto Russo, Oleg Antonov, Gabriele Nelli, Alberto Polo, Oreste Cavuto e il libero Fabio Balaso. Nel primo set gli azzurri hanno combattuto ad armi pari con gli avversari portandosi in vantaggio, hanno poi subito un lungo turno in battuta dell’opposto Poletaev (per lui saranno 5 gli ace a fine gara) che ha permesso alla formazione di casa di riagguantare la parità per poi operare il sorpasso e chiudere la prima frazione a proprio favore. Nel secondo e nel terzo set gli azzurri, pur mettendo in campo buon gioco e dimostrando buone qualità, hanno faticato a trovare il giusto ritmo e a ribaltare il risultato del primo parziale. La sconfitta di oggi interrompe la striscia positiva degli azzurri che hanno collezionato quattro vitt orie consecutive: due in Cina e due in Russia. Domani all’alba la formazione italiana partirà alla volta di Varna in Bulgaria dove disputerà la Pool 10 contro Giappone, Australia e Bulgaria.
CRONACA – Sin dalle prime battute della gara gli azzurri danno prova di carattere. Giannelli e compagni non lasciano agio alla manovra degli avversari e si procede in equilibrio (7-7). Cavuto, Nelli e Russo a segno firmano il primo soprasso dell’Italia (8-11). Con concentrazione i ragazzi di coach Blengini continuano con una manovra efficace e ordinata e arrivano al secondo time out tecnico con un vantaggio di 5 lunghezze (11-16). Un insidioso turno in battuta avversario ristabilisce la parità e si procede così di nuovo in equilibrio. Nel concitatissimo finale di set è la Russia a trovare lo spunto giusto e a chiudere (29-27).
Avvio di seconda frazione un po’ contratto per gli azzurri che non riescono a trovare continuità nella manovra e si ritrovano a inseguire (7-4). L’Italia continua a faticare e non ritrova il giusto ritmo e la Russia, a differenza di quanto accaduto nel primo set, può chiudere agevolmente la seconda frazione (25-16).
L’apertura di terzo set vede in campo un’Italia parzialmente rimaneggiata con Sbertoli in regia, Lavia per Antonov e Pianli per Nelli (come già avvenuto nel secondo set). Le due formazioni procedono appaiate (5-5) poi sono i padroni di casa a trovare il primo allungo significativo (10-6). Gli azzurri provano a ricucire ma l’impresa non riesce e sono i russi a tenere in mano il pallino del gioco (19-13). La reazione d’orgoglio italiana non basta a ribaltare un set che viene chiuso dalla Russia (25-18)