Seconda sconfitta per l’Italia nella Volleyball Nations League in corso di svolgimento a Rimini. I giovani azzurri sono stati battuti 3-0 (25-23, 25-19, 25-15) dalla Slovenia al termine di un match fortemente condizionato dalle battute conclusive del primo parziale quando Sbertoli e compagni, dopo aver dato la sensazione di potersi aggiudicare la frazione, hanno ceduto sotto i colpi delgli ace di Cebulj.
Da quel momento in poi i ragazzi di Valentini hanno perso serenità e la capacità di esprimersi al meglio lasciando progressivamente campo agli avversari bravi ad approfittare degli errori della formazione tricolore. Per quanto riguarda la formazione di partenza, Valentini ha confermato le scelte di ieri schierando la diagonale Sbertoli-Nelli, Galassi e Cortesia al centro, Bottolo e Michieletto gli schiacciatori con Balaso libero.

Primo set ben giocato dall’Italia che ha mostrato buone cose al servizio soprattutto nella parte centrale del parziale quando ha preso in mano la situazione gestendo il gioco per lunghi tratti fino sul 22-20. Nelle fasi conclusive, però, quando ormai il solco sembrava essere tracciato, un ottimo turno al servizio di Cebulj (autore di 3 ace) ha cambiato completamente l’inerzia della gara portando la Slovenia ad avere due palle set sul 24-22 prima di vincere la prima frazione 25-23.

Il contraccolpo psicologico della conclusione del primo set è sembrato evidente sin dall’inizio del secondo parziale con la formazione di Giuliani in grado di accumulare da subito un buon margine di vantaggio concretizzatosi in un +8 (12-4). A quel punto Valentini ha inserito Cavuto e Vitelli (per lui esordio in maglia azzurra) con la speranza di trovare una reazione da parte dei suoi ragazzi che è parzialmente arrivata (dal +7 del 19-12 si è passati al 20-16 e 21-17), ma che non è servita a evitare il 2-0 della Slovenia grazie al 25-19 conclusivo.

Nel terzo l’inerzia della gara non è cambiata, con i giovani azzurri in grado di esprimersi su buoni livelli solo a sprazzi. Nel finale Valentini ha provato a cambiare qualcosa inserendo Spirito, Pinali e Vitelli, ma purtroppo nulla è cambiato con la Slovenia che si è imposta 25-15 chiudendo così il match sul 3-0.