L’Italia di Valentini si prepara a tornare in campo per la terza settimana di Volleyball nations league maschile nella bolla di Rimini con 2 vittorie e 4 punti conquistati nelle prime sei gare. Lo farà oggi alle 16.30 con l’Argentina di Luciano De Cecco che ha ritrovato gran parte degli assenti arrivati in corsa dall’Argentina. Tra questi anche il libero Santiago Danani, a Padova nell’ultima stagione. Due le vittorie per parte in quella che sarà la gara di apertura della tre giorni di gare nella terza settimana che vedrà l’Italia di fronte ad Argentina, gara che sarà trasmessa in diretta TV su La7, Giappone ed Australia.

A presentare i prossimi tre impegni è stato il centrale azzurro Gianluca Galassi, che fino ad ora ha messo a segno 10 muri punto, risultando il migliore tra i suoi nel fondamentale: “Dopo un inizio non dei migliori siamo riusciti a far valere il nostro gioco, siamo riusciti a far crescere l’intensità del nostro gioco. Non deve essere un alibi la nostra giovane età, nel tempo abbiamo assunto un atteggiamento diverso, siamo più squadra e lo si è visto sul campo con più consapevolezza delle nostre forze”. Galassi, a Monza anche per la prossima stagione, commenta anche la sua personale VNL: “Sono contento della mia prima parte di VNL, mi trovo molto bene in attacco con Sbertoli, con lui abbiamo percorso insieme la trafila delle nazionali giovanili. Sto cercando di lavorare su muro e battuta, mi sto concentrando sul muro per migliorare in que sto fondamentale, studiando in maniera approfondita gli avversari. Questa VNL è un’occasione importantissima per noi e non possiamo farcela scappare. Giochiamo nel campionato più bello del mondo, quello italiano, ma vestire questa maglia è un’opportunità troppo importante. In un torneo del genere possiamo confrontarci con un livello di gioco altissimo, di fronte a grandi campioni del volley mondiale. Tra i punti di forza della squadra – conclude Galassi – credo che la fase break point, stiamo iniziando a spingere bene in battuta trovando più muri e facilitando le nostre difese. Domani l’Argentina la troveremo quasi al completo, li conosciamo abbastanza bene, hanno giocatori come De Cecco e Solè, giocatori di altissimo livello. Continueremo sulla nostra strada, l’obiettivo è migliorare partita dopo partita e cercare di imporre il nostro gioco”.