Tuscania in campo domani alle 18 al PalaVitaletti di Sabaudia per l’ultima giornata della regular season del girone blu della serie A3 Credem Banca.

I ragazzi di Sandro Passaro, lo scorso anno alla guida della formazione pontina, puntano all’intera posta in palio per confermare il secondo posto in chiave play-off.

La parte alta della classifica vede infatti la capolista Aversa, ormai irraggiungibile, a 54 punti, seguita da Tuscania e Aci Castello 50, Lecce, che domani riposa, 49 e Palmi 48, Domani Aci Castello giocherà in trasferta a Modica mentre Palmi sarà di scena a Massa Lubrense.

Per quanto riguarda agli avversari, a salvezza acquisita, hanno la possibilità di qualificarsi per i play-off promozione essendo noni in classifica con 27 punti a due sole lunghezze da Massa Lubrense, ottava. Dopo aver vinto alla prima di ritorno con Marigliano, hanno subito ben sette sconfitte consecutive prima di tornare al successo in casa con Galatina, espugnare Modica e battere 3/1 Ottaviano. Domenica scorsa hanno perso 3/0 a Aci Castello.

“Dobbiamo andare a Sabaudia pensando che nulla è scontato – è il commento di Mario Catinelli Guglielminetti, palleggiatore bianco azzurro- perché noi dobbiamo fare una grande gara e puntare ai tre punti per mantenere il secondo posto. Anche loro vorranno dare il massimo perché sicuramente la società gli avrà chiesto di entrare nel tabellone finale di play-off. Sono una buona squadra con due o tre elementi molto importanti, tra cui Zornetta, che giocano molto molto forte. In settimana li abbiamo studiati e abbiamo preparato al meglio la partita”.

All’andata a Montefiascone finì 3/0 per Boswinkel e compagni.

Probabile formazione dei padroni di casa: Schettino al palleggio in diagonale con Rossato, Zornetta e Ferenciac di banda, Miscione e Tognoni, altro ex di turno, al centro, Recupito libero.

A dirigere l’incontro i signori Antonio Capolongo e Claudia Lanza.

Articolo precedenteA Ladispoli la giornata di Beppe Signori
Prossimo articoloBaseball, nel sabato pomeriggio di serie A emozioni e qualche sorpresa