Nei play out della Serie A2 UnipolSai il Club Italia ha ceduto a Vigna di Valle alla Messaggerie Bacco Catania 1-3 (25-27, 25-18, 23-25, 26-28), mancando la prima opportunità di ottenere la salvezza. Grazie al successo, infatti, i siciliani hanno riaperto la serie, portandosi sul 2-1 dopo aver perso le prime due sfide. A Vigna di Valle per oltre due ore è stata partita vera con il Club Italia apparso meno brillante rispetto a gara 1 e gara 2. Per tutti e quattro i parziali c’è stata grande battaglia e i siciliani si sono dimostrati più concreti nei finali di set.

Il miglior marcatore degli azzurrini sono stati Francesco Recine e Diego Cantagalli con 14 punti a testa. Top scorer della gara Dusan Bonacic, autore di 20 punti.
Come formazione iniziale Monica Cresta ha schierato Salsi in palleggio, Cantagalli opposto, Panciocco e Recine schiacciatori, centrali Cortesia e Russo, libero Federici.
In avvio di gara il Club Italia ha faticato a ingranare, mentre Catania ha preso il comando (3-8). Con il passare del gioco gli azzurrini hanno accorciato le distanze, ma i siciliani hanno difeso il vantaggio, arrivando sul (21-24). Spalle al muro, il Club Italia ha dato vita ad una bellissima rimonta e, dopo aver annullato tre palle set, ha pareggiato i conti (24-24). Recine e compagni hanno cancellato un altro set point (25-25), dovendosi però arrendere (25-27).

Molto diverso l’atteggiamento della squadra federale nel secondo set, sin dalle prime fasi, infatti, i ragazzi di Monica Cresta hanno spinto sull’acceleratore, staccando nettamente i siciliani. Il servizio degli azzurrini ha creato non pochi problemi a Catania, costretta a scivolare sempre più indietro fino al definitivo (25-18). 
Simile il copione nel terzo parziale, il muro azzurro ha contenuto molto bene l’attacco degli avversari, consentendo al Club Italia di scappare (7-3). Una volta avanti, Recine e compagni, hanno tenuto a lungo il comando, ma Catania non si è arresa ed è rimasta incollata alla squadra federale. Il lungo degli ospiti si è concretizzato sul (19-19) e da quel momento il set è diventato combattutissimo. Il finale ha sorriso ai siciliani, più cinici nel momento chiave (23-25). 
Equilibrate le prime fasi della quarta frazione, durante le quali si è messo in mostra Motzo, entrato al posto di Cantagalli. Il lunghissimo botta e risposta è durato per tutto il set con nessuna delle due squadre è infatti riuscita a prendere il sopravvento. In un finale infuocato il Club Italia ha prima sprecato due set-ball, poi ne ha annullato uno agli avversari, ma al secondo tentativo Catania ha chiuso (26-28). 
La prossima gara si disputerà a Catania (ore 20.30) il 3 maggio, dopo le qualificazioni al Campionato Europeo under 20 maschile.